10.000 ALBERI PER PANTELLERIA. PER NON DIMENTICARE L’INCENDIO 2016

La campagna straordinaria, che si chiuderà a giugno 2018, tra le più importanti iniziative di raccolta fondi mai realizzate in Italia a sostegno dell’ambiente, è ideata e realizzata dal Comitato Parchi per Kyoto, in collaborazione con il Comune di Pantelleria, Federparchi-EuroParc Italia, Kyoto Club, Legambiente, Marevivo e il Dipartimento Scienze Agrarie e Forestali (SAF) dell’Università degli Studi di Palermo.

L’incendio doloso del maggio 2016, in cui sono andati distrutti 600 ettari (il 10% della superficie dell’isola), è considerato uno degli eventi più disastrosi degli ultimi 35 anni. Sono state scelte, con la collaborazione del Dipartimento SAF dell’Università degli Studi di Palermo, specie autoctone pantesche nel rispetto della biodiversità locale, come il pino di Aleppo, il pino marittimo, lecci, piante e arbusti della macchia mediterranea. Ora che la caratterizzazione di oltre 130 ettari si è conclusa, a gennaio partiranno gli interventi con la messa a dimora delle prime piante per una riforestazione complessiva di circa 50 ettari.

IL COINVOLGIMENTO DELLE AZIENDE
Ogni albero piantato permette l’abbattimento di una quantità stimata in circa 700 kg di CO2 nel corso del suo intero ciclo di vita. Sono già oltre 140 le sottoscrizioni alla campagna di crowfunding pervenute da aziende e cittadini.

Il Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano ha scelto di rendere il Seminario “Nobile e Sostenibile”, tenutosi il 13 dicembre, un evento a emissioni zero sostenendo la campagna. Per compensare le emissioni prodotte per la sua realizzazione, pari a circa 3.500 kg di CO2, il Consorzio ha donato 10 alberi, di cui cinque per la compensazione e cinque come contributo speciale, con l’obiettivo di far nascere un gemellaggio tra i Comuni di Montepulciano e Pantelleria uniti dalla qualità di vini da meditazione. Anche l’Azienda Agricola Salcheto, membro del Consorzio, ha aderito donando ben 10 alberi per la riforestazione dell’isola.

Nell’ambito dell’iniziativa “Amore per il Territorio” l’azienda F.lli Fiasconaro (www.fiasconaro.it), in collaborazione con Legambiente Sicilia, devolverà per il progetto Pantelleria 1 euro per ogni panettone artigianale prodotto a Castelbuono, venduto al costo di 15 euro per le prossime festività. Obiettivo dell’azienda contribuire alla salvaguardia dell’identità dei propri territori puntando sul valore delle produzioni agroalimentari e delle tradizioni gastronomiche.

La società Naturalmente – Artec di Brescia, consolidata nel campo della cosmetica ecologica, ha promosso presso i propri top client la raccolta fondi con la diffusione di pack contenenti materiale informativo sul progetto e come aderire. In occasione delle festività l’azienda ha donato ulteriori 17 alberi, che si aggiungono ai 200 devoluti in avvio di campagna, per i negozi consociati aderenti. Sinergy, consociata nel Friuli Venezia Giulia, ha a sua volta donato 20 alberi.

Ecologica Naviglio S.p.A., che opera nell’area del Parco del Ticino, ha, invece, realizzato un gemellaggio con il Parco di Pantelleria attraverso l’iniziativa “Da Parco a Parco – Natale 2017 Insieme”, con cui, oltre a donare 20 alberi per la riforestazione dell’isola, si sta impegnando a promuovere la campagna tra i partner commerciali.

Anche Bonomo & Giglio Srl, antico capperificio pantesco dal 1949, ha voluto sostenere il progetto donando 30 alberi.

“Con questa tranche iniziale di donazioni – ha dichiarato Antonio Ferro, Presidente del Comitato Parchi per Kyoto – nel mese di gennaio partiremo con gli interventi di piantumazione dei primi alberi presso l’isola di Pantelleria. Si tratta di un primo passo verso la riforestazione dell’area, andata distrutta in seguito all’incendio del 2016, che ci rende tutti molto orgogliosi e per il quale ci teniamo a ringraziare i tanti cittadini e le numerose aziende che, credendo sempre più nella collaborazione, adottano e promuovono politiche di salvaguardia ambientale nella gestione delle attività imprenditoriali”.

COME SOSTENERE LA CAMPAGNA
La campagna di crowdfunding è realizzata in partnership con PlanBee, società che gestisce la prima piattaforma web dedicata alla raccolta fondi per opere civiche in Italia. Cliccando su http://www.planbee.bz/it/project/10.000-alberi-per-pantelleria si può donare, dopo la registrazione, da un minimo di 1 albero (per 35 €) a un massimo di 200 alberi. Le donazioni inferiori ai 35 € confluiscono in un fondo comune grazie al quale si procederà alla piantumazione di ulteriori alberi. Le aziende interessate possono rivolgersi alla segreteria organizzativa: segreteria@extracomunicazione.it.

Altre news dai Punti Sostenibili (Archivio)

Rischia la chiusura l’unico spazio a Roma dedicato al baratto e al riuso di beni utili ai bimbi

Un negozio dedicato al baratto e al riuso di articoli per bambini, che permette alle

Redazione 19-01-2018

Ma alla fine, l’azienda Novamont produce sacchetti bio o no?

Non sembra placarsi la polemica sui sacchetti di bioplastica che negli ultimi giorni ha investito

Redazione 18-01-2018

Nei terreni di Cascina Nosedo: 18 nuovi progetti di impresa per l’agricoltura periurbana

Da un moderno impianto per la generazione di energia pulita, partendo dagli scarti organici agricoli

Redazione 17-01-2018

TERNA e LUISS: valorizzare la crescita dei migliori talenti

Valorizzare la crescita dei migliori talenti ad alto potenziale attraverso il reclutamento e lo sviluppo del

Redazione 17-01-2018

Gruppo Hera: Energia pulita per la nuova “fabbrica” dei biopolimeri Bio-on

Bio-on, leader nelle tecnologie per la chimica eco-sostenibile e il Gruppo Hera, una delle principali multiutility

Redazione 16-01-2018

LA PROVENIENZA DEL GRANO DELLA PASTA BARILLA

Utilizzare materie prime di qualità per la produzione della pasta non è, per Barilla, solo

Redazione 16-01-2018

Eni: la società cinese Sinopec, prima al mondo nella raffinazione, utilizzerà la tecnologia EST

Eni ha venduto alla compagnia cinese Sinopec la licenza e il progetto di ingegneria di

Redazione 15-01-2018

CCPB partecipa a MARCA 2018: il biologico cresce nei prodotti a marchio GDO

La corsa del biologico continua soprattutto nel canale della grande distribuzione organizzata (GDO) e in

Redazione 15-01-2018