Parco del Roccolo

Il Parco Locale di Interesse Sovracomunale del Roccolo si estende nel settore nord-occidetale delle provincia di Milano per 1595 ettari a cavallo tra i comuni di Arluno, Busto Garolfo, Canegrate, Casorezzo, Nerviano e Parabiago. A partire dal XIX secolo le piante originarie della pianura padana (querce e carpini) sono state quasi completamente sostituite da alberi provenienti dall’America (robinia, ciliegio tardivo e querce rosse) e dall’Asia (ailanto). Nel parco si sono salvati solo i boschi di Arluno e della Brughierezza (tra Casorezzo e Busto Garolfo), dove le querce (rovere e farnia) sono ancora numerose e dove si possono ammirare mughetto, sigillo di Salomone e pervinca, piante erbacee tipiche dei boschi originari della pianura padana. I boschi sono il luogo ideale per la nidificazione, la sosta e il rifugio di molti animali selvatici come il saettone, il toporagno, il ghiro, l’arvicola rossastra, il gufo, l’allocco, lo sparviere e i picchi.