A Firenze arrivano i cassonetti digitali

A Firenze arrivano i cassonetti digitali di ultima generazione. In questa prima fase iniziale di installazione dei primi cassonetti, saranno gli abitanti di Cure e Faentina gli interessati al posizionamento su strada dei nuovi contenitori; i cassonetti si aprono con la chiavetta elettronica personale consegnata a tutti gli utenti iscritti a Tari.

L’installazione su strada dei nuovi cassonetti digitali, rientra nel progetto avviato circa un anno fa “Firenze città circolare”; promosso dall’Amministrazione Comunale ed Alia Servizi Ambientali Spa. Questo progetto mira a migliorare la qualità e la quantità dei rifiuti da avviare al riciclo o al compostaggio.

Sono tre i nuovi cassonetti che nella giornata di oggi saranno messi a terra in via della Piazzola e via Cavalcanti.

Come sono fatti i cassonetti digitali

Ciascuna postazione è composta da 5 contenitori, ciascuno per ospitare un materiale diverso tra: organico, imballaggi in plastica-metalli-polistirolo-tetrapak, vetro, carta e cartone e rifiuto residuo non differenziabile. Il contenitore del vetro è l’unico che non necessita dell’uso della chiavetta elettronica. Per tutti gli altri quindi è necessario inserire la chiavetta per aprire il contenitore conferire i relativi materiali da riciclare.

Grazie all’utilizzo della chiavetta elettronica sarà possibile ottenere la profilazione dell’utente, registrare ogni singolo conferimento e affinare così la qualità dei materiali inseriti; destinati ciascuno alla propria filiera di riciclo.

I cassonetti continueranno ad essere posizionati in tutta la zona de Le Cure – Faentina; per un totale di 57 postazioni con circa 350 contenitori.

Successivamente saranno interessate le zone Fortezza – Milton – Il Tempio, altri 15.000 utenti riceveranno a domicilio la chiavetta da utilizzare per aprire i 1200 nuovi cassonetti digitali.