cane

“Adotta un nonno”, cibo gratis per un anno a chi dà una casa a un cane anziano

Anche quest’anno in occasione del Natale, la Lega Nazionale per la Difesa del Cane, lancia la campagna “Adotta un nonno“. Attraverso questa iniziativa chi deciderà di dare una casa a un cane anziano avrà un anno di cibo gratuito per l’animale.

Le campagna dunque è dedicata alle adozioni dei veterani, cani dai 10 anni in su che molto spesso, proprio a causa della loro età avanzata, sono costretti a restare nei canili perché nessuno decide di portali a casa. Vediamo allora come si articola la campagna promossa dall’associazione di Milano per la difesa del cane.

Adotta un cane anziano a Natale: la campagna “Adotta un nonno”

Uno dei regali più belli da farsi a Natale può essere accogliere un animale in casa. In questo periodo grazie alla campagna “Adotta un nonno” si ha l’opportunità di portare a casa un animale bisognoso del calore e di una casa e compiere così un gesto di solidarietà. Sono tanti gli animali che aspettano di trovare qualcuno che si prenda cura di loro e grazie all’iniziativa della Lndc Animal Protection, che quest’anno collabora con Nutrix, molti cani potranno trovare finalmente un posto dove ricevere attenzioni e cure, ma anche tanto amore.

A Milano la sede dell’associazione Lndc Animal Protection si trova a Segrate. Dal 1 dicembre 2022 e fino al 31 gennaio 2023, per ogni cane dai 10 anni in su adottato, l’associazione metterà a disposizione cibo gratuito specifico.

Inoltre chi adotta un cane anziano riceverà la fornitura di cibo in due o tre tranche, in modo tale da assicurare sempre cibo fresco e così facilitare le operazioni di conservazione in casa. Chi dunque sta pensando di prendersi cura di un animale, può decidere di sfruttare l’iniziativa di questo periodo come suggerisce l’associazione stessa:

se avete intenzione di accogliere un cane in casa, vi invitiamo a pensare a questa opportunità – scrive Lndc -. Chiunque abbia adottato un cane adulto, può testimoniare che anche loro sono capaci di affezionarsi almeno quanto un cucciolo, o forse anche di più. Anche un ‘nonnino’ può riservarci un mondo d’affetto, di gratitudine e immensa gioia.