Aeroporti di Roma, accordo su sostenibilità con Enel

Aeroporti di Roma: accordo con Eni per decarbonizzare il settore aereo

Aeroporti di Roma ha siglato un accordo con Eni per promuovere progetti di decarbonizzazione del settore aereo e velocizzare il processo di transizione ecologica degli aeroporti. Non a caso Eni produce biocarburanti idrogenati HVO nelle bioraffinerie di Venezia e Gela grazie alla tecnologia proprietaria Ecofining dal 2014, utilizzando materie prime di origine vegetale e di scarto.

Questa strategia net zero carbon al 2050 permetterà di dare una varietà di prodotti interamente decarbonizzati, unendo sostenibilità finanziaria e ambientale. “Eni ha avviato la trasformazione dei suoi business dal 2014 – ha detto Giuseppe Ricci, Direttore Generale Energy Evolution di Eni, come riporta Fiumicino Online – esercitando un ruolo da protagonista attivo nel promuovere l’economia circolare, lo sviluppo di tecnologie innovative e la mobilità sostenibile, che punta ad un mix sinergico di soluzioni per minimizzare l’impatto ambientale e incrementare l’efficienza”.

“Siamo fortemente impegnati per assicurare ai vettori biocarburanti già nei prossimi mesi, in anticipo rispetto alle attese, confermando la volontà di fare di Fiumicino e Ciampino due tra gli scali più sostenibili al mondo. La massima attenzione che dedichiamo alla sostenibilità, come riconosciuto anche a livello internazionale, è da sempre un driver di sviluppo, ormai pienamente integrato nel nostro business”, ha aggiunto ha commentato Marco Troncone, Amministratore Delegato di Aeroporti di Roma.

Altre news su Aeroporti di Roma

Solo dello scorso 4 agosto è la notizia della collaborazione con Enel per l’innovazione: le due società hanno firmato un accordo per sviluppare soluzioni per “contribuire al raggiungimento degli obiettivi in materia di transizione energetica, sostenibilità e trasformazione digitale nell’ambito aeroportuale”, come fa sapere ADR.

Per questo Aeroporti di Roma ha deciso di puntare su digitalizzazione, sicurezza, innovazione e sostenibilità ambientale e ha fatto cominciare negli ultimi anni un percorso per l’azzeramento delle emissioni di CO2 nel 2030, in anticipo rispetto ai target prefissati dal comparto aeroportuale del resto d’Europa.