Agata pietra agate bracciali

Agata pietra significato, proprietà e prezzo

La pietra agata è un minerale affascinante non soltanto per i suoi vari colori, ma anche per il profondo significato e per le apprezzate proprietà benefiche. Il prezzo della pietra di agata può variare in funzione del colore, come alcuni aspetti più strettamente legati alla cristalloterapia.

L’agata pietra è una forma di calcedonio, con riferimento generale ai quarzi (come ad esempio la pietra ametista). Si presenta spesso con l’apparenza di un “normale sasso”, ma se spaccata scopre le sue caratteristiche di geode e le diverse sfumature presenti al suo interno.

In passato estratta anche in Europa, in esaurimento i giacimenti in Germania, la pietra di agata si trova ora perlopiù in Asia, Sud America e Africa. Tra i maggiori Paesi produttori figurano il Brasile, la Cina, l’Asia Minore, l’India e il Madagascar.

Pietra agata significato

La pietra di agata ha un significato associato alla calma e all’equilibrio. Per quanto riguarda invece il suo nome, agata deriva dal termine greco Achetes (legato al fiume dove in tempi antichi vennero ritrovate ingenti quantità di questo quarzo).

Come accade per l’ambra, anche l’agata ha visto trasformarsi tale termine in un nome proprio di persona. Particolarmente nota risulta la scrittrice di gialli Agatha Christie, autrice di best seller come “Assassinio sull’Orient Express” e “Assassinio sul Nilo”.

Proprietà

A cosa serve l’agata? Secondo le indicazioni della cristalloterapia questa pietra è principalmente un amuleto, capace di respingere le malattie e la cattiva sorte. Allo stesso tempo la pietra di agata assicura a chi la indossa calma e armonia.

Pur avendo un significato e proprietà perlopiù orientati verso la protezione, l’agata è una pietra preziosa capace di favorire l’introspezione e l’armonia spirituale. Salvo poi interessare anche la sfera più strettamente fisica favorendo il benessere degli occhi, della pelle e dell’apparato digerente.

È associata al segno zodiacale dei gemelli, a cui assicura un ulteriore aiuto in termini di apertura verso gli alti positiva e ottimista, ma anche di capacità di concentrarsi sugli aspetti essenziali quando si tratta di relazioni sociali o affettive.

Quanti tipi di agata ci sono?

Agata carneola pietra

Come già sottolineato in precedenza esistono diversi colori di agata. Particolarmente famose sono l’agata di fuoco, utilizzata anche per potenziare gli effetti dell’ossidiana, l’agata verde e l’agata blu. La pietra di agata è presente anche nei colori bianco, bruno, nero striato e giallo. Una volta raffinato, questo cristallo appare opaco o semi trasparente.

Agata di fuoco

Proveniente perlopiù dai giacimenti del Messico o del Centro-Sud America, l’agata di fuoco è molto apprezzata non soltanto per il suo intenso colore arancio. Si ritiene in grado di stimolare il metabolismo, favorendo il naturale rinnovamento dell’organismo, ma anche di agire a favore del sistema nervoso centrale e delle funzioni cognitive.

Un toccasana per la mente quindi, che sostiene anche stimolando un più efficiente funzionamento della memoria. Dal punto più strettamente fisico, l’agata di fuoco viene ritenuta un rimedio naturale per le donne che hanno necessità di tenere sotto controllo le vampate di calore.

Grazie a questo particolare tipo di pietra il portatore beneficia anche di una maggiore forza nell’affrontare paure e insicurezze. Risulta quindi particolarmente indicata nei momenti più difficili, quando gli ostacoli sembrano insormontabili e il traguardo fin troppo lontano.

Agata verde

La particolarità dell’agata verde è legata al suo effetto benefico a favore del cuore. È considerata capace di intensificare alcune emozioni, in particolare l’amore, ma anche di aumentare la propria energia e la capacità di gestire al meglio le relazioni con gli altri.

Agata blu proprietà magiche

Oltre a risultare affascinante per la sua colorazione, l’agata blu possiede proprietà magiche orientate verso il ritrovamento della calma mentale e a una migliore gestione delle emozioni. Stimola comunicazione, gentilezza e pazienza, ma non risparmia un possibile aiuto contro il mal di gola.

Come usarla

Agata blu ciondolo

Chi desidera utilizzare l’agata per sbloccare o comunque a vantaggio dei propri chakra sarà felice di sapere che questa pietra ha influssi benefici sul primo (Muladhara), sul secondo (Svadhisthana) e sul terzo chakra (Manipura).

La sua durezza (6,5 della Scala Mohs) ne permette un utilizzo in gioielleria piuttosto agevole, tanto che è facile trovarla sotto forma di bracciali, orecchini, ciondoli e anelli. L’importante sarà indossare l’accessorio quanto più costantemente possibile, meglio se a diretto contatto con la pelle (come ad esempio un anello di agata blu o agata di fuoco).

Come pulire la pietra agata?

Pulire la pietra agata richiede un intervento quanto più possibile delicato, che va dall’utilizzo esclusivo di acqua all’impiego di saponi neutri. Chi desidera purificare l’agata può fare ricorso anche al Reiki.

Agata prezzo, quanto costa

Il prezzo di una pietra di agata si aggira normalmente attorno a 1 euro per carato. Questo quantomeno per le varietà più comuni, mentre ad esempio un equivalente di agata di fuoco si attesta sui 4-5 euro per carato.