via Decumana

Alberi abbattuti a via Decumana per un centro commerciale: grave danno ambientale

L’area verde di via Decumana a Bologna diventerà davvero un supermercato. Proprio nelle ultime ore tutti gli alberi presenti nel posto sono stati abbattuti per lasciare il posto al cantiere che darà vita a un nuovo market. Negli ultimi mesi i residenti del Quartiere Reno, il Comitato Tutela Alberi di Bologna, di concerto con Europa Verde – Verdi Bologna si sono impegnati per evitare che la “riqualificazione dell’area a scopi prettamente commerciali” arrivasse all’abbattimento di tutti gli alberi. Invano.

Gli avvocati avevano mandato un documento al Comune, agli assessori e all’azienda per fermare il taglio degli alberi presenti nell’area. Questa battaglia però non è servita a nulla. Ora rimangono solo agli alberelli rinsecchiti, visto che è stata rimossa tutta la terra che aveva alberi sani e vegeti. Inizialmente c’era stato un cambio del progetto, quindi sarebbe dovuto rimanere qualcosa.

Alberi abbattuti a via Decumana: cosa succederà

Gli accordi erano altri. L’amministrazione aveva promesso di salvare qualche albero, ma alla fine sono stati abbattuti tutti e senza avvertire nessuno di questo cambiamento. La proprietà di Aldi s.r.l. lascerà solo degli alberelli, che però non cresceranno in quanto circondati interamente da asfalto.

Non è prevista nemmeno una area verde all’interno del nuovo supermercato, visto che nei parcheggi dei supermercati già esistenti e appartenenti ad Aldi non ci sono piante e alberi. Ma i problemi non finiscono qui perché d’ora in poi in questa area ci sarà un aumento del traffico esponenziale. In poche parole un dramma ambientale sotto diversi punti di vista.

Ci vorranno molti anni prima che gli alberelli secchi che sono rimasti attualmente raggiungano l’altezza di quelli che sono stati abbattuti recentemente. Raffrescamento dell’aria, capacità di assorbimento dei gas serra, diminuzione dell’inquinamento acustico, mitigazione del clima, protezione del suolo, estetica urbanistica: tutti questi benefici sono stati cancellati in breve tempo.