Elbphilharmonie Amburgo

Amburgo, città laboratorio della sostenibilità, di Rossella Sobrero – SOStenibili

Amburgo è da tempo considerata una città laboratorio della sostenibilità e HafenCity è la sua punta di diamante. Si tratta di un progetto unico in Europa che quando sarà terminato amplierà del 40% il centro urbano creando nuovi quartieri con edifici pubblici avveniristici e migliaia di appartamenti per gli abitanti.

Amburgo è la seconda città della Germania per grandezza, numero di residenti, “peso” economico: ha infatti circa due milioni di abitanti ed è considerata un porto strategico per il traffico di container e gli scambi commerciali a livello internazionale.

Il nuovo distretto di HafenCity è stato costruito sull’isola dell’Elba a sud dell’area centrale di un vecchio impianto occupato dalle strutture del porto. Il programma di interventi, avviato anni fa, ha avuto il compito di ripensare la città trasformando uno spazio inutilizzato in un ampliamento dell’area urbana.

Amburgo, gli impegni dell’amministrazione

L’amministrazione comunale di Amburgo ha svolto un ruolo determinante nella regia dei processi di costruzione del nuovo distretto, nella gestione della relazione con gli stakeholder, nella creazione di nuovi servizi e di attrezzature urbane adeguate. Un programma di interventi che hanno richiesto un impegno davvero importante.

A HafenCity hanno scelto di avere sede alcune aziende internazionali, è sorta una nuova università e diversi centri culturali. In questa zona è nata Elbphilharmonie una delle sale concerti più grandi e tecnologicamente avanzate al mondo ma anche un hotel con centinaia di camere e un complesso residenziale con appartamenti, ristoranti, bar e sale multifunzionali.

Il padiglione degli Stati Uniti utilizzato all’Expo di Milano, collocato nella stessa area, è diventato uno spazio di coworking e uffici, il primo edificio in Germania ad ottenere la certificazione Platinum Smart Building.

Naturalmente grande attenzione è rivolta alla corretta gestione delle risorse energetiche: in pochi anni le emissioni di CO2 si sono ridotte del 50% grazie al recupero del calore dai vicini impianti industriali.

L’immagine di Amburgo città grigia e poco attraente sembra essere un ricordo: oggi HafenCity non solo è un laboratorio all’insegna dell’integrazione sociale e della sostenibilità ambientale ma è anche un’attrazione per molti turisti.

di Rossella Sobrero, Presidente Koinetica