Milano Area B Area C

Area B a Milano, come avere più ingressi e chi potrà ottenerli

Novità in arrivo per l’Area B a Milano. Questa metà di gennaio 2023 riserverà qualche sorpresa positiva per gli automobilisti milanesi, perlomeno per alcuni di loro. Una nuova deroga decisa dal Comune di Milano che permetterà di ottenere un maggior numero di accessi all’interno della Ztl.

A partire da oggi 16 gennaio 2023 è possibile richiedere un bonus di 20 ingressi ulteriori per l’ingresso all’interno della Ztl Area B a Milano. Una deroga che tuttavia non sarà disponibile per tutti, ma soltanto per coloro che rispetteranno i requisiti previsti da Palazzo Marino.

Area B Milano, come ottenere 20 ingressi extra

Come anticipato, dal 16 gennaio è possibile visitare il sito del Comune di Milano per richiedere il bonus ingressi per accedere all’interno dell’Area B. Tali titoli andranno ad aggiungersi ai 50 già riconosciuti ai residenti e ai non residenti nel Comune di Milano. Di seguito quelli che sono i requisiti stabiliti dall’amministrazione di Giuseppe Sala:

  • Vetture diesel Euro 5;
  • Possessore del veicolo con Isee inferiore a 20mila euro.

Altre deroghe attive per il 2023

Sempre per i possessori di auto diesel Euro 5 è possibile usufruire di un accesso illimitato e gratuito a fronte della sottoscrizione di un abbonamento presso i parcheggi di Forlanini, Lampugnano e Rogoredo.

A questo si affianca la possibilità di accedere liberamente all’Area B di Milano a fronte dell’impegno di cambiare la propria vettura per una meno inquinante. A patto di procedere, entro il 31 marzo 2023, con una delle seguenti opzioni:

  • Acquisto;
  • Leasing;
  • Noleggio a lungo termine.

Un’ulteriore deroga è riservata infine a coloro che utilizzano la propria auto diesel Euro 5 per un servizio di carpooling. Si tratta però di una possibilità per la quale sono previste specifici requisiti. Come ha sottolineato il Comune di Milano, al fine di ottenere il libero accesso all’interno della Ztl fino al 30 settembre gli automobilisti dovranno procedere secondo quanto segue:

È necessario essere regolarmente registrati su piattaforma telematica, comprese quelle gestite da soggetti autorizzati a operare in via sperimentale.

Foto: Comune di Milano – Wikimedia