Asia Napoli: gli obiettivi dei prossimi mesi

Asia Napoli: gli obiettivi dei prossimi mesi

Durante l’ultima riunione della Commissione ambiente del Comune di Napoli sono stati illustrati gli scopi e le novità che attendono l’azienda Asia Napoli nei prossimi mesi: tra i due obiettivi principali troviamo lo sviluppo della differenziata e la tutela del decoro urbano.

Nello specifico sulla fretta di dare risposte giuste alla domanda delle persone di avere strade pulite, personale più numeroso e all’altezza delle mansioni, controlli adeguati e attenzione nella scelta dei posti di insediamento dei siti di compostaggio hanno parlato i consiglieri Aniello Esposito (Partito Democratico), Nino Simeone (Napoli Libera) Rosario Andreozzi (Napoli Solidale Europa Verde), Alessandra Clemente (Misto), Gennaro Acampora (Partito Democratico), Luigi Musto (Manfredi Sindaco), Demetrio Paipais (Movimento 5 Stelle). Ha dichiarato invece Domenico Ruggiero, nuovo amministratore unico di Asia:

La missione di Asia Napoli è creare ricchezza dai rifiuti in modo da garantire servizi migliori e tasse inferiori ai cittadini e la recente introduzione della tutela ambientale tra i valori costituzionali apre oggi a nuove sfide e responsabilità. Sul piano delle nuove assunzioni l’intenzione è di muoversi in diverse direzioni compensando l’immissione da parte della Regione dei lavoratori ex-CUB, di età medio-elevata, con l’inserimento di personale più giovane che andrà inizialmente formato, procedendo anche a nuove assunzioni di dirigenti

Le altre novità

Per quanto riguarda il PNRR, Ruggiero ha reso noti i due ordini di interventi previsti con i fondi assegnati ad Asia Napoli (82 milioni): da una parte nuovi investimenti in impianti, dall’altra ottimizzazione della raccolta differenziata grazie ad un sistema di supervisione e monitoraggio in tempo reale.

L’assessore all’Ambiente, Paolo Mancuso ha poi parlato del bisogno di un piano industriale di livello europeo e dell’ipotesi di installazione del secondo biodigestore, dopo quello di Napoli est, in via del Riposo, luogo ritenuto non adatto a causa della presenza del cimitero: la decisione non è ancora stata presa, perciò ci saranno ancora sopralluoghi nelle prossime settimane.