Associazioni ambientaliste, consumatori e produttori di energia contro il caro bollette

Associazioni ambientaliste, consumatori e produttori di energia contro il caro bollette

Ci sarà un intervento stimato in 1,7 Miliardi di euro, approvato dal Consiglio dei Ministri numero 57 del 21.1.2022 con il DL Sostegni per contenere l’aumento dei costi delle bollette.

Questa norma è arrivata senza una grande condivisione con i corpi intermedi rappresentativi dei vari settori che ne fanno parte (rappresentanti dei produttori di energia, rappresentanti delle imprese tecnologiche del settore energetico, rappresentanti dei consumatori, associazioni ambientaliste) e non può dai sottoscrittori di questo documento essere condivisa. Questa norma rischia di peggiorare lo svolgimento delle dinamiche di mercato e non aiuta affatto la situazione di emergenza che c’è attualmente che si avvia a creare difficili conseguenze sul sistema sociale ed economico dell’Italia.

“Tra l’altro un intervento estemporaneo e di complessa attuazione come quello proposto, senza voler entrare nel merito degli eventuali profili di legittimità dello stesso, comunque evidenti, rischia seriamente di non raggiungere l’obiettivo auspicato di introdurre modifiche strutturali al sistema elettrico al fine di favorire la crescita delle fonti rinnovabili in grado di ridurre e stabilizzare i prezzi di borsa, e mette a rischio anche le dinamiche di mercato energetico così come strutturato”, si legge nel comunicato stampa ufficiale.

Associazioni ambientaliste, consumatori e produttori di energia contro il caro bollette

I firmatari sopra elencati pensano che sia fondamentale l’apertura di un tavolo di confronto su una tematica così importante come quella della crisi dell’energia in Italia.