ASviS: a Parma il 20 maggio 2020 inizia il Festival dello Sviluppo Sostenibile

Partirà da Parma, capitale della cultura 2020, la quarta edizione del Festival dello Sviluppo Sostenibile, la grande manifestazione dell’ASviS sui temi della sostenibilità economica, sociale e ambientale che si svolgerà in tutta Italia dal 20 maggio al 5 giugno 2020.

Numerose scuole, università, imprese e associazioni hanno già deciso di animare il Festival registrando il proprio evento e tanti altri si stanno muovendo per arricchire il calendario che comprenderà, tra gli altri, anche eventi di rilevanza nazionale e quest’anno quattro eventi organizzati dal Segretariato dell’ASviS (Parma, 20 maggio – Milano, 27 maggio – Napoli, 28 maggio – Roma, 5 giugno).

Cresce il sostegno di cittadini, imprese, organizzazioni sindacali, società civile e opinione pubblica per la realizzazione dell’Agenda 2030, ma nonostante i tanti impegni presi dai leader politici ed economici, la direzione verso la quale il mondo si sta muovendo e soprattutto la velocità del cambiamento non sembrano in grado di realizzare un processo di sviluppo sostenibile. Inoltre, emergono visioni divergenti sul modo di affrontare problemi di portata storica e globale come la lotta alla crisi climatica, il multilateralismo nelle relazioni tra Paesi, la riforma del processo di globalizzazione, le politiche per combattere le disuguaglianze, e appare evidente una frattura significativa tra adulti e giovani.

Quale etica condivisa dobbiamo dunque seguire per orientare le politiche e le scelte individuali in base al principio di sostenibilità?

L’evento di apertura del Festival proverà ad offrire una risposta a questo interrogativo, ospitando presso il Teatro Regio di Parma un confronto tra filosofi, giuristi, economisti e politologi per comprendere come definire un’etica dello sviluppo sostenibile che possa orientare il dibattito sul futuro della democrazia, dell’economia, della società e dell’ambiente. L’evento di apertura del Festival 2020 sarà un’occasione imperdibile per affrontare in maniera integrata da un punto di vista etico i quattro pilastri dello sviluppo sostenibile.