Attivato a Roma il Forum cittadino sui beni confiscati alle mafie

Attivato a Roma il Forum cittadino sui beni confiscati alle mafie

Il Regolamento sui Beni Confiscati è un documento molto importante, approvato il 21 giugno 2018: dopo circa tre anni e mezzo la neo Giunta comunale del sindaco Gualtieri ha approvato la delibera per l’attivazione del Forum cittadino.

Nella giornata del 2 dicembre questa novità allarga la partecipazione ai sindacati, alle associazioni e alle reti sociali che operano nella Capitale; permette inoltre di condividere delle informazioni importanti e dà modo di garantire partecipazione e possibilità grazie all’uso sociale di una parte del patrimonio della criminalità organizzata.

“L’attivazione del Forum – ha dichiarato il responsabile nazionale di Libera per le politiche sociali Giuseppe De Marzo – rappresenta un atto di restituzione concreta nei confronti della cittadinanza, consente la costruzione collettiva di una memoria condivisa, riconosce e legittima l’importanza della cittadinanza attiva e dei soggetti sociali impegnati sul territorio. Perché la lotta contro le mafie è innanzitutto un esercizio di partecipazione collettiva, di memoria condivisa e di impegno costante per la giustizia sociale. Oggi è una giornata molto bella perché vince Roma e perdono le mafie. Quando le istituzioni ascoltano e mettono al centro l’impegno dei cittadini ne trae sempre vantaggio la democrazia”.

Nella Città Eterna troviamo ben 94 clan, 100 piazze dello spaccio e più di 900 in beni confiscati – tra quelli già assegnati (288) e quelli in gestione all’ANBSC (656) – la lotta non può termine ora. Il contrasto alle mafie ha bisogno di investimenti nelle politiche sociali e l’aiuto al welfare di comunità ed alle forme di mutualismo solidale che già si trovano a Roma.