Crema alla bava di lumaca skin care donna viso

Bava di lumaca: a cosa serve, proprietà e controindicazioni

La bava di lumaca è tra i rimedi naturali più apprezzati per la cura della pelle e del corpo. Grazie alle sostanze benefiche in essa contenute, che la rendono portatrice di diversi benefici. A cosa serve nello specifico la bava di lumaca e quali sono proprietà e controindicazioni di questo prodotto?

Prima di rispondere a queste domande un breve accenno a quella che è la fonte da cui viene ricavato il rimedio. Il termine lumaca fa riferimento ai gasteropodi terrestri polmonati, di cui esistono diverse specie. Alcune di queste risultano piuttosto particolari, non essendo dotate della proverbiale conchiglia (o guscio). In diverse regioni d’Italia determinate specie vengono utilizzate in cucina nella preparazione di piatti tipici.

Per la raccolta della bava delle lumache destinata all’uso come rimedio naturale si fa ricorso a una lumaca specifica. Si tratta della Helix aspersa, nota come chiocciola zigrinata. appartenente alla famiglia delle Helicidae.

Bava di lumaca: a cosa serve

Lumaca

La bava di lumaca altro non è che la secrezione lasciata dai gasteropodi dopo il loro passaggio. Ha una consistenza che ricorda quella del gel e serve a favorire lo scorrimento durante gli spostamenti e a proteggere le delicate mucose delle lumache.

Al differenza di quanto accade ad esempio nell’uomo il muco delle lumache non viene utilizzato per espellere batteri e germi dall’organismo. In questa sostanza gelatinosa si trovano invece sostanze nutrienti e benefiche, inclusi l’acido ialuronico e quello glicolico. Presenti anche le vitamine A ed E, oltre a diverse sostanze idratanti.

Quando si usa la bava di lumaca

L’utilizzo della bava di lumaca è solitamente consigliato come trattamento coadiuvante a quelli mirati alla cura di determinate imperfezioni cutanee. Gli effetti tenderanno a risultare sempre più evidenti con il passare dei mesi, malgrado già dalle prime applicazioni sarà possibile notare dei piccoli miglioramenti.

Proprietà

La bava delle lumache è considerata in possesso di diverse proprietà, a cominciare da quella idratante. Grazie alle vitamine A ed E agisce anche nel trattamento dei segni del tempo, riducendo gli effetti dell’invecchiamento.

La presenza di collagene permette inoltre di mantenere tonica ed elastica la pelle. Proprietà offerta alla bava di lumaca anche dal contenuto di elastina.

Capelli

Questo rimedio naturale può essere utilizzato anche all’interno di shampoo e balsamo, che grazie alla bava di lumaca potranno utilizzare sui capelli le loro proprietà liscianti e ammorbidenti.

Bava di lumaca: controindicazioni

L’utilizzo di bava di lumaca è generalmente privo di controindicazioni particolari, a meno di allergie specifiche. Nel caso non si fosse mai applicata in precedenza è consigliata l’applicazione, per almeno due volte, in un’area limitata della pelle. Qualora dovessero comparire irritazioni cutanee o arrossamenti sarà opportuno sospendere immediatamente l’utilizzo e consultare il proprio medico.

Bava di lumaca: crema, siero e pura

Lumaca sulla mano

Analogamente a quanto accade con l’acido ialuronico, anche per la bava delle lumache esistono varie possibilità di utilizzo. A cominciare dal siero puro, appositamente filtrato e deputato, che viene venduto in flaconi con dosatore contagocce. Se ne applicano poche gocce direttamente sulla parte del corpo da trattare.

Non di rado la bava di lumaca viene utilizzata come ingrediente nella preparazione di creme cosmetiche, il cui assorbimento è più lento rispetto al siero puro. Possibile anche fare ricorso al gel, di maggiore consistenza rispetto al siero, dove solitamente la bava di chiocciola zigrinata è abbinata all’aloe vera.

Quanto costa la bava di lumaca?

Passando all’atto pratico, quanto costa la bava di lumaca? Chiaramente i costi saranno soggetti a variazione in funzione della formulazione scelta e del quantativo. Per il siero puro in genere il prezzo si aggira tra i 20 e i 30 euro, anche se non mancano “quotazioni” più alte, mentre per le creme si può arrivare anche intorno ai 50 euro.

Dove comprare la bava delle lumache?

La bava delle lumache può essere acquistata nei negozi specializzati in prodotti di bellezza e in alcuni punti vendita dedicati alle soluzioni naturali. Non mancano le offerte anche per quanto riguarda gli shop online o le farmacie.

Come raccogliere la bava di lumaca: fai da te

Occorre però ricordare che per ottenere una raccolta fruttuosa occorrerà allevare un quantitativo minimo di gasteropodi. Si stima che per ottenere mezzo litro di bava occorreranno in media 500 lumache.

Per raccogliere la bava senza danneggiare le lumache occorrerà lavarle con acqua ozonizzata o in alternativa con acqua potabile e poggiarle delicatamente in una bacinella pulita. Muoverle delicatamente fino all’avvio della produzione di bava.

Quando il liquido inizierà a somigliare a una schiuma sarà possibile rimuovere le lumache dal contenitore, lavarle nuovamente e restituirle al prato o all’area verde di provenienza. In caso di necessità di più turni, isolare in una zona apposita i gasteropodi già trattati, evitando così di sottoporli nuovamente al procedimento.

Bava di lumaca cruelty-free, è possibile?

Eccoci infine a uno dei punti potenzialmente dolenti quando si parla di utilizzo di materie naturali: può essere cruelty-free? La domanda è più che mai valida anche per la bava di lumaca, in quanto si tratta comunque di un prodotto di origine animale.

La risposta fortunatamente è sì, è possibile gestire la produzione della bava delle lumache in maniera del tutto naturale e rispettosa di questi gasteropodi. Anzi, allevarle in un ambiente quanto più possibile naturale e rispettoso favorisce la produzione di una bava più efficace dal punto di vista curativo. Per essere certi della provenienza sostenibile del prodotto verificare quanto riportato sulla confezione.