Tram GTT trasporti Torino mezzi pubblici

Biglietti GTT Torino, tariffe in aumento dal 1 luglio 2023

A partire dal 1 luglio sono state aggiornate le tariffe per quanto riguarda i trasporti pubblici di Torino gestiti da GTT. Coinvolti più in generale gli abbonamenti e i biglietti GTT Torino che consentono di viaggiare sui mezzi del servizio bus urbano, suburbano, extraurbano, della metro, del tram e del servizio ferroviario sfmA.

Il nuovo aumento delle tariffe per i trasporti pubblici locali di Torino è stato approvato tramite Deliberazione n. 2/2023 del 30/03/2023 dall’Assemblea dell’Agenzia della Mobilità PiemonteseAMP. Riguarderà tutti gli abbonamenti inclusi nel sistema “Formula“, a eccezione dell’abbonamento urbano di Torino denominato “Formula U“.

Aumento abbonamenti e biglietti GTT Torino, le tariffe

Come indicato da GTT l’aumento per gli abbonamenti relativi ai servizi sopraindicati (inclusi metro e bus urbani) sarà nell’ordine del 5,79%. Il nuovo importo di ciascun titolo di viaggio è indicato nell’apposita pagina all’interno del sito ufficiale del Gruppo Torinese Trasporti.

Biglietti BIM A e BIM B

L’aumento delle tariffe GTT degli abbonamenti verrà accompagnato dall’incremento dei costi legati ai biglietti integrati A e B, anche noti come BIM “Integrato A” e BIM “Integrato B”. Di seguito quelle che sono le modifiche attive sui biglietti GTT Torino dal 1 luglio:

  • BIM “Integrato A”– La validità di questo biglietto è di 100 minuti dalla convalida sulla rete urbana e suburbana GTT di Torino, sulla metropolitana e sulle linee ferroviarie Trenitalia e GTT entro i limiti della prima cintura. Il tagliando sarà in vendita a 3,70 euro anziché 3,50.
  • BIM “Integrato B” è valido per due ore (120 minuti) dalla convalida sulla rete urbana e suburbana GTT di Torino, sulla metropolitana, sulle linee ferroviarie Trenitalia e GTT e su alcune linee automobilistiche extraurbane gestite dal Consorzio Extra.To (operatore unico per i trasporti della Città Metropolitana di Torino) entro i limiti della seconda cintura. In questo caso l’importo richiesto sarà di 4,20 euro anziché a 4,00.