BioArch – L’ASILO SALUBRE COMPIE DIECI ANNI – terza parte, di Gianni Terenzi

Nell’Asilo “Nido dei bimbi”, il nido aziendale del Banco di Napoli, inaugurato nel Settembre 2011 e ideato per i bambini dei dipendenti del Gruppo Intesa Sanpaolo, da me progettato e realizzato all’interno di una corte di Palazzo San Giacomo, la caratteristica del progetto è la totale flessibilità degli ambienti interni, attraverso l’uso di pareti compattabili a tutta altezza e di partizioni mobili realizzate, così come gli infissi interni, in legno certificato Fsc (www.fsc-italia.it), colorate con pigmenti naturali e con una finitura di olio di agrumi. In questo modo è stato possibile trasformare l’intera superficie in un unico grande spazio, oppure suddividerla in locali sempre diversi, funzionali ad attività differenti, garantendo così nelle varie ore della giornata una buona distribuzione della luce persino nelle parti più interne della costruzione. Nella zona notte le pareti curve con chiusure scorrevoli in legno abbracciano i piccoli e li proteggono nel momento del sonno o si aprono tra di loro nel momento delle attività.

Il progetto del benessere indoor mi ha portato anche ad uno studio sulle cromie e sul giusto uso dei colori, che sono state modulate secondo le attività svolte e l’età dei bambini.

Nido interno

Per la selezione dei colori delle pareti e degli arredi ho seguito le indicazioni, gli accostamenti e i principi armonici del Feng Shui (che ho avuto modo di approfondire nei viaggi di lavoro in Cina), così da garantire uno scambio di energie positive tra i bambini e lo spazio.

Alle aree destinate al riposo (e alla meditazione) è associato il concetto di energia passiva: sono stati quindi preferiti i colori freddi, come le tonalità dell’azzurro cobalto, che hanno un effetto rilassante, inducono alla calma e alla tranquillità.

Negli spazi riservati all’accoglienza, al saluto ai genitori e al distacco da loro, il colore scelto è stato il verde verona, che simboleggia la natura, la nuova vita e la crescita.

Dove giocano i più piccoli, dominano i toni caldi, dal giallo siena all’arancio ocra, dosati in relazione anche all’incidenza e alla intensità dell’illuminazione naturale: stimolano l’attività, aiutano la concentrazione e leniscono la stanchezza.

Nido interno

Negli spazi pensati per i bambini più grandi – la zona della creatività, a cui è associato il concetto di energia attiva – le tonalità variano dall’arancio ocra al rosso ercolano, perché favoriscono la socialità (oltre che l’appetito) e migliorano l’attenzione.

Le pitture eco, colorate con terre naturali, ma anche le finiture con velatura ecologica degli arredi, hanno permesso di superare il limite della tonalità pura, della tinta base tipica dei colori acrilici, in modo da avere colorazioni neutre sulle pareti e una differenziazione di cromie tenui e naturali nei diversi elementi d’arredo: un giusto bilanciamento per occhi di bambino.

 

Arch. Gianni Terenzi
Progettazionecomunicazione
tecnico ufficiale certificazione di salubrità ambientale Biosafe
consulente tecnico efficienza energetica per l’Ordine degli Architetti di Roma e Provincia
canale youtube www.youtube.com/c/ArchituttoTerenziINGREEN
website www.gianniterenzi.it

L’ultimo articolo di Gianni Terenzi “L’ASILO SALUBRE COMPIE DIECI ANNI – Seconda parte