Blue Monday giorno più triste

Blue Monday, rimedi naturali contro il giorno più triste dell’anno

Oggi 16 gennaio è il Blue Monday 2023 e secondo una teoria pseudoscientifica è il giorno più triste dell’anno. A inventarsi tale definizione è stato uno psicologo della Cardiff University, Cliff Arnall, che nel 2005 ha indicato nel terzo lunedì di gennaio lo sfortunato evento. Un lunedì triste contro cui l’utilizzo dei rimedi naturali può rivelarsi utile, se non altro come aiuto per migliorare il proprio umore.

Più avvalorato dai commenti social che dalle conferme scientifiche, il Blue Monday rappresenta una di quelle occasioni in cui pare valere il proverbiale “Non è vero, ma ci credo”. In buona sostanza la diffusione mediatica riservata a questa idea ha portato in molti a vederne gli effetti nella propria vita, fino a diventare quel concetto che il sociologo Robert K. Merton definì nel 1948 come “profezia che si auto-avvera”.

Blue Monday, perché è il terzo lunedì di gennaio

Cliff Arnall postulò la sua teoria sul Blue Monday sulle pagine del quotidiano britannico The Guardian, motivandolo come segue. Secondo lo psicologo intorno al terzo lunedì di gennaio ruoterebbero diversi eventi negativi, a cominciare dal pieno rientro al lavoro dopo le vacanze.

Il meteo instabile si unirebbe aggiungendo ulteriore tristezza. Stesso discorso valido per il presunto fallimento di alcuni dei buoni propositi per l’anno nuovo e il presentarsi di nuovi e gravosi impegni finanziari. Il tutto aggravato dal “Winter Blues“, quell’effetto depressivo e negativo per l’umore innescato dalla riduzione delle ore di sole.

Un cocktail difficile da tollerare secondo Arnall, che tuttavia nel corso degli anni finì col rinnegare la sua stessa teoria. Una creatura che ormai era in grado di vivere di vita propria, tanto che tra il serio e il faceto prosegue ancora imperterrita a mietere le sue vittime.

Blue Monday, rimedi naturali

Tè verde

Che si creda alla teoria sul Blue Monday o semplicemente si attraversi un periodo di umore negativo, alcuni rimedi naturali possono essere d’aiuto. A cominciare dalle tisane rilassanti, capaci di ridurre i livelli di stress e rendere meno pesanti le giornate. Un esempio è quella a base di camomilla, passiflora e melissa, che garantirà inoltre un utile sonno ristoratore.

Se invece è un infuso energizzante quello che serve allora si potrà optare per un tè verde con l’aggiunta di zenzero e cannella. In alternativa sarà possibile optare per un rimedio decisamente meno conosciuto di quello appena citato, ma dall’ottimo effetto. Stiamo parlando della Yerba Mate, un infuso originario del Sudamerica facile da preparare e dal sapore decisamente intrigante.

Altro aiuto può essere offerto da alcune pratiche come il Tai Chi, lo Yoga, la meditazione o una più semplice passeggiata in un parco o in un’altra area naturale. Da non dimenticare anche l’efficacia di un pezzetto di cioccolato fondente ogni tanto, utile a risollevare l’umore con il suo gusto, ma anche a garantire un altrettanto prezioso quantitativo di magnesio.

Alimentazione contro il giorno più triste dell’anno

Frutta verdura spesa dicembre

Da non sottovalutare è però anche l’alimentazione e i suoi benefici per l’umore. Contro il Blue Monday è utile ricordare, come in altre occasioni, che non devono mai mancare nella dieta quotidiana le cinque porzioni di frutta e verdura. Chiaramente l’ideale sarà rispettare la stagionalità nonché scegliere prodotti provenienti da agricoltura biologica e il più possibile a km zero.

Altra questione importante riguarda l’idratazione. Occorrerà rispettare il quantitativo minimo di acqua da consumare giornalmente, che potrà essere raggiunto anche attraverso la frutta e la verdura. Come indicato sopra non guasterà anche un po’ di cioccolato fondente qua e là, sempre senza esagerare, come anche della frutta secca. Anche in quest’ultimo caso è bene ricordarsi di non eccedere in quanto noci, mandorle, pistacchi, anacardi eccetera portano con loro anche un certo quantitativo calorico.