Bologna Award 2021: i vincitori del premio per la sostenibilità agroalimentare

Bologna Award 2021: i vincitori del premio per la sostenibilità agroalimentare

Si è svolta a palazzo d’Accursio di Bologna la sesta edizione di Bologna Award, il premio internazionale per la sostenibilità agroalimentare promosso da Caab-Centro agroalimentare di Bologna in sinergia con Fondazione Fico. È andato ai ricercatori Lea Nicita, Marie Sklodowska-Curie global research fellow all’Università di Yale, e Alessandro Matese del Cnr, Centro nazionale delle ricerche, in ex aequo il primo premio per lo sviluppo sostenibile nella produzione agroalimentare.

Tutti i premi

“Le loro ricerche – si legge sul sito ufficiale di Bologna Award – aprono nuove e concrete opportunità di rafforzamento della resilienza agricola di fronte al cambiamento climatico”. La giornalista, autrice e conduttrice Sveva Sagramola, il conduttore di Linea Bianca Massimiliano Ossini, la giornalista Sabrina Giannini, l’autore e conduttore Patrizio Roversi, il fondatore di Image Line Ivano Valmori e il direttore della Lef, Libreria Editrice Fiorentina Giannozzo Pucci sono stati invece gli ambasciatori “City of Food Master“.

Il premio alla carriera è andato allo scienziato e accademico William H.Meyers, professore emerito all’Università del Missouri, ispiratore della visione internazionale sui temi dell’impatto economico e ambientale dello spreco alimentare.

I vincitori 2021 “confermano questa straordinaria vocazione e l’attualità di un riconoscimento legato alle strategie utili per affrontare il cambiamento climatico già in corso e guardare con progetti concreti agli Obiettivi 2030″, ha aggiunto Andrea Segrè, presidente Caab e Fondazione Fico.