Mobilità Milano: le novità per usufruire del Buono taxi

Da maggio scorso a Milano è entrato in vigore il buono taxi, con il quale i cittadini residenti a Milano possono viaggiare e spostarsi in taxi ad un prezzo dimezzato. Oggi, con la nuova delibera della Giunta comunale, ci sono alcune novità importanti sui buoni viaggio in città, per quanto riguarda la platea dei beneficiari dei buoni e l’importo del rimborso.

Fino ad oggi potevano usufruire del buono solo alcune categorie di cittadini residenti a Milano (mobilità fisica ridotta, con patologie accertate, ecc.); ora la platea dei beneficiari si allarga e così potranno usufruite del buono taxi anche:

  • le donne in gravidanza,
  • le persone a partire dal 65° anno di età,
  • le persone affette da malattie che necessitano di cure continuative.

Come si usa il Buono taxi

Per usufruire del servizio, basta accedere alla piattaforma e inserire i propri dati anagrafici.

Usare un buono taxi per spostarsi in città è molto semplice. Per usare l’agevolazione basta mostrare la propria tessera sanitaria al tassista, il quale con l’app già scaricata sul cellulare, inserirà il codice fiscale dell’utente per verificarlo e a fine corsa inserirà il costo del viaggio.

Attualmente sono quasi 3.000 i taxi aderenti e oltre 500 i beneficiari che hanno effettuato oltre 36.000 viaggi.

Questa iniziativa nel settore della mobilità, è stata accolta con successo tra i milanesi e, secondo il parere dell’assessore alla Mobilità, l’obbiettivo è di valorizzare e incentivare l’uso del taxi in alcune categorie fragili di cittadini come le donne in gravidanza o le persone anziane che necessitano di spostarsi in città in sicurezza e velocemente.