Partita la campagna per piantare 3 miliardi di alberi entro il 2030

Il 9 dicembre 2021 il Commissario Europeo all’Ambiente, il lituano Virginijus Sinkevičius, ha dato il via alla campagna europea per piantare 3 miliardi di nuovi alberi entro il 2030. La campagna rientra nelle iniziative che l’Unione Europea sta portando avanti per la lotta al cambiamento climatico.

Il commissario ha lanciato una piattaforma dove tutti tra associazioni, cittadini ed altri soggetti, possono tracciare il proprio albero piantato. In questo modo chi partecipa personalmente alla campagna, ha la possibilità di verificare età, posizione, ed altre caratteristiche dell’albero.

Ma quali alberi è possibile piantare? Sono ammessi solamente alberi che contribuiscono al mantenimento e miglioramento della biodiversità locale.

Piantare nuovi alberi nel territorio della Toscana

Per quanto riguarda la situazione del territorio toscano in fatto di riforestazione, negli ultimi decenni la superficie boschiva si è allargata a discapito di quella agricola; come in gran parte dell’Italia. Il territorio è caratterizzato da una massa informe di vegetazione di vario tipo; per esempio erbacee, cespugli, alberi. In generale la biodiversità è quindi da preferire rispetto ad una vegetazione uniforme dove crescono le stesse specie arboree.

Gli ultimi interventi di rimboschimento hanno sofferto infatti di diversi problemi, come per esempio proprio la mancanza di biodoversità; le specie piantata erano infatti sempre le stesse con una disposizione troppo regolare.