Cane passeggiata benessere cura

Cane, prendersene cura tutti i giorni: cosa c’è da sapere

Il cane è ormai da secoli considerato un valido compagno dell’uomo. Il 28 aprile di ogni anno si festeggia la Festa del Cane, un’occasione utile soprattutto per ricordarci di quanto sia importante prendersene cura tutti i giorni. Altrettanto importante è sapere quali sono le attenzioni che proprio non possono mancare, per curare il benessere sia fisico che mentale del nostro amico a quattrozampe.

Un interessante spunto è arrivato dall’ENPA in occasione della Festa del Cane 2022. L’Ente Nazionale Protezione Animali ha sottolineato quanto sia importante assicurarsi che sia felice oltre che sano. Come ottenere tale traguardo? Tenendo sempre a mente che attività quali il sonno, il gioco e le passeggiate non dovrebbero mai risultare penalizzate dai nostri ritmi di vita.

Partendo da questi presupposti andiamo quindi ad approfondire il tema con qualche indicazione utile e pratica per il benessere psicofisico del nostro animale. Loro possono darci molto, sta a noi ricambiare tale amore incondizionato nella maniera più opportuna.

Cane, benessere e salute

Quale modo migliore per celebrare la Festa del Cane che decidere di trasformare in giornate speciali tutti i giorni dell’anno? Niente di particolarmente problematico o impegnativo, basta semplicemente armarsi di un po’ di pazienza e di organizzazione. Innanzitutto agendo nella maniera migliore per quanto riguarda la sua salute. Perché anche per lui, come in altre occasioni, prevenire è meglio che curare.

Ad esempio applicando regolarmente un antiparassitario, soprattutto se capace di tenere lontani i flebotomi responsabili della trasmissione della Leishmaniosi o le zanzare che causano la Filariosi. Chi non volesse o potesse utilizzare gli spot-on (applicabili tra il pelo, sulla cute, con una pipetta) può scegliere un collarino (attivi per circa 5 e 8 mesi). Possibile anche procedere con una somministrazione per via orale. Altro punto importante è quello di seguire quanto indicato dal medico veterinario in materia di profilassi vaccinale, variabile in funzione della propria area geografica.

Medico veterinario che andrà consultato anche qualora ci siano alterazioni di rilievo nel comportamento o nelle condizioni fisiche del cane. In alcuni casi un ricorso tempestivo al professionista sanitario potrebbe evitare al cucciolo di casa l’aggravarsi di tali problematiche.

Alimentazione

L’alimentazione del cane è senza dubbio un tema piuttosto dibattuto. Molto discussa di recente è la dieta BARF, che si basa sulla somministrazione di alimenti crudi (carne, interiora, frutta e verdura). Altre possibilità sono offerte da crocchette e cibo umido già pronti o dalla preparazione in casa di alimenti cotti.

Qualora si scelga di utilizzare prodotti confezionati basterà semplicemente seguire le indicazioni sui quantitativi riportate sull’etichetta. Altrimenti si raccomanda di contattare un medico veterinario esperto in nutrizione, così da utilizzare una dieta redatta appositamente per le esigenze del vostro cane.

Passeggiata

Cane corre passeggiata

Uno dei momenti più amati dai cani di tutto il mondo, la passeggiata. È un’occasione per muoversi, fare attività fisica e mantenersi in forma. Soddisfa molti benefici del cane anche dal punto di vista psico-emotivo. È un modo per scoprire il mondo e tenersi in contatto con i suoi simili, ma anche per rendere più saldo il rapporto con il proprietario.

Piccolo trucco per chi non ha molto tempo durante la giornata o per un rapporto ancor più stretto con il proprio animale. In sostituzione o in aggiunta alla passeggiata classica è possibile portare il cane con sé quando ci si reca alle poste, a prelevare al bancomat, a fare acquisti in un negozio o a trovare degli amici. In questo modo un tragitto a piedi solitario diventerà più divertente e il nostro cane si sentirà felice di questo inatteso “regalo”.

Pelo, unghie e occhi

Spazzolare regolarmente il proprio cane aiuterà il pelo a crescere nel migliore dei modi, oltre a minimizzare il rischio che impurità e insetti si annidino al suo interno. Si ridurrà il rischio di dermatiti, ma anche quello di eventuali lesioni cutanee. Particolarmente importante dopo una passeggiata in un’area verde, soprattutto se boschiva.

Cane bosco ramo

Mantenere una corretta lunghezza delle unghie aiuterà il cane ad avere un appoggio ottimale delle zampe, evitando pericolosi vizi di postura. In più ridurrà l’accumulo di sporcizia tra le dita o che le dita stesse si pieghino (fino a provocare fratture o distorsioni). Mantenere una lunghezza adeguata permette anche di evitare che l’unghia si spezzi.

Pulire gli occhi del cane laddove necessario aiuterà non soltanto a donargli un aspetto più curato, ma agirà in prevenzione di possibili patologie come la congiuntivite, l’infiammazione delle ghiandole lacrimali o le alopecie intorno agli occhi.

Sonno e riposo

Da non sottovalutare l’importanza del sonno, oltre che della qualità del riposo. Assicurarsi sempre che la cuccia sia comoda e posizionata in aree prive di correnti d’aria o forti rumori. Altra caratteristica necessaria è non si trovi in luoghi di passaggio o troppo movimentati. In caso di presenza di bambini far sì che ne rispettino la privacy e gli permettano di usufruire delle ore di sonno giornaliere richieste dalla sua età (variabili negli adulti tra 14 e 18 ore al giorno).

Benessere del cane: non solo cure mediche

Cane gioco pallina

Come anticipato però, la felicità del cane va oltre le cure mediche o il semplice avere cura del suo corpo. Benessere fisico e mentale sono due lati della stessa medaglia, e come tali devono essere entrambi adeguatamente valorizzati.

La passeggiata è un ottimo esempio di come questi due aspetti possano essere ottenuti attraverso una medesima attività. Se dal punto di vista fisico potrebbe essere più facile ottenere risultati, dal punto di vista mentale occorre specificare un punto. Durante la passeggiata si dovrebbe cercare di prestare attenzione al cane, evitando ad esempio di trascorrere più tempo con lo smartphone che con il proprio amico a quattro zampe.

Cercare inoltre di avere movimenti più fluidi e meno bruschi, evitando di strattonarlo ripetutamente durante il cammino. Basando molte delle informazioni ottenute sull’olfatto, il cane potrebbe volersi fermare diverse volte mentre si è in passeggiata. È un suo momento di svago e di interesse: in assenza di rischi o necessità stringenti, meglio quindi lasciarlo libero di annusare un po’ in giro.

Da non sottovalutare inoltre il rispetto di quelle che sono le sue caratteristiche di specie e quelle legate all’età. Il gioco è un esercizio sempre valido, che aiuterà a stimolare la mente del cane mantenendolo attivo e vigile (oltre che felice).

Chi volesse scoprire nuove possibili attività da fare a Roma e Milano insieme al proprio cane può consultare le informazioni contenute nelle nostre guide.