car sharing Enjoy

Car sharing Enjoy: la flotta Eni diventa elettrica a Bologna

Il car sharing di Eni Enjoy diventa elettrico a Bologna con l’arrivo delle city car XEV YOYO con battery swapping. La presentazione di questi nuovi modelli è andata in scena venerdì 16 settembre 2022 a Palazzo Gnudi alla presenza di Valentina Orioli, Assessora alla Nuova mobilità del Comune della Città Metropolitana, insieme a Giuseppe Ricci, Direttore Generale Energy Evolution di Eni.

Ora grazie all’applicazione di Enjoy è possibile noleggiare una di queste nuove vetture di colore verde lime: 50 veicoli che si aggiungono agli altri 155 tra auto e cargo già disponibilità tra le strade del capoluogo emiliano. Queste vetture sono sempre disponibili con una ricarica della batteria superiore al 30% a zero emissioni di CO2. Ha dichiarato Ricci:

Eni è lieta che il Comune di Bologna abbia accolto con entusiasmo il nuovo car sharing elettrico Enjoy, che nei mesi scorsi è stato avviato a Torino e che presto sarà esteso alle altre città in cui il servizio è presente: Firenze, Milano e Roma.

Enjoy elettrico a Bologna: tutte le novità del car sharing

Non a caso la flotta elettrica di Enjoy è stata presentata nel corso della Settimana europea della mobilità, il cui tema principale di quest’anno è Better Connections. Dare vita a connessioni più semplici tra cittadini e mobilità urbana è proprio lo scopo del car sharing (ricordiamo che proprio recentemente Bologna ha detto di no, invece, ai monopattini elettrici in sharing).

Per le city car XEV YOYO, come per gli altri veicoli della flotta, la tariffa è di 0,29 centesimi al minuto di cui, dal prossimo 29 settembre, si aggiungerà un costo fisso pari a 1 euro per lo sblocco della vettura ad inizio noleggio. Ha concluso Ricci:

Il nuovo servizio di car sharing elettrico arricchisce l’offerta Eni di prodotti sostenibili e quella delle sue stazioni di servizio, dove viene effettuato il cambio delle batterie delle nuove Enjoy. Si tratta di un ulteriore passo avanti nel nostro percorso verso l’obiettivo, entro il 2050, della totale decarbonizzazione non solo dei nostri processi ma anche dei prodotti per i nostri clienti.