Caro bollette: l'appello di WWF, Greenpeace, Legambiente e Kyoto club

Caro bollette: l’appello di WWF, Greenpeace, Legambiente e Kyoto club

WWF, Greenpeace, Legambiente e Kyoto Club hanno espresso un grande timore per le anticipazioni e dichiarazioni sulle misure per far fronte al caro bolletta. Queste organizzazioni fanno sapere che, nonostante la crisi gas sia in atto da diverso tempo, al momenti i ragionamenti rischiano di posticipare la decarbonizzazione e non puntano sul risparmio di energia.

Non si può combattere una crisi energetica con politiche di spesa pubblica generalizzata, ma c’è bisogno risparmi e interventi specifici per i più deboli sia nelle famiglie che nelle imprese. Per le prime è necessario pensare ad una copertura dei costi solo per le fasce che hanno un reddito basso; per le seconde, incentivare i consumi energetici è sinonimo di penalizzazione per chi ha investito in efficienza energetica negli anni passati.

“Il tutto senza fronteggiare davvero la questione dell’aumento dei prezzi della materia prima gas, che non può assolutamente essere superata con le irrisorie e diseconomiche riserve nazionali. Il modo in cui è affrontato il tema degli extra profitti evidenzia uno strabismo contro le rinnovabili. Chi estrae gas e petrolio in Italia sta già intascando enormi extraprofitti, visto che le royalties sono irrisorie. Gli stessi produttori che continuano anche a fare extra-profitti sul gas che estraggono in molte parti del mondo e per i quali non si sono nemmeno considerate misure compensative”, si legge nel comunicato ufficiale.