La casa dei fiori per i bambini

La casa dei fiori a Bologna per promuovere l’educazione ambientale per i bambini

La casa dei fiori è una iniziativa promossa dal gruppo alimentare Colussi sull’educazione ambientale per i bambini. Dopo aver toccato Roma e Milano, il progetto a arrivato a Bologna e per la precisione al giardino Donatori di sangue in Bolognina, in cui è stata allestita una area verde permanente, messa a disposizione dal Comune di Bologna.

Cento bambini del capoluogo emiliano hanno svolto queste lezioni per aiutare alla rigenerazione del parco della scuola che frequentano (l’istituto primario Acri) per imparare come curare una oasi di biodiversità. Ha dichiarato Annalisa Corrado, responsabile dei progetti innovativi di AzzeroCO2:

Sono proprio i più piccoli che con la loro esperienza diretta, mettendo le mani in terra, conoscendo i profumi, i colori, la bellezza della natura, possono portarla dentro di sé e, crescendo, diventare dei cittadini più consapevoli e più pronti a difendere la natura e l’ecosistema dai molti attacchi che purtroppo le stiamo infliggendo. Qui i piccoli, insieme ai loro insegnanti, hanno scoperto come crescere piantine e arbusti, selezionati per attrarre e proteggere le diverse specie di insetti impollinatori come api, farfalle, bombi, fondamentali per garantire la riproduzione delle specie ma la cui popolazione sta calando di circa un terzo in Europa, secondo il rapporto Ispra 2021.

La casa dei fiori a Bologna: com’è andata

I bambini a Bologna per La casa dei fiori hanno ricevuto un kit di piantine e semi da coltivare sui balconi e nei giardini delle proprie casa. Le scuole invece hanno ricevuto kit di giardinaggio per mettere in pratica quanto appreso durante l’evento.

L’iniziativa vuole essere accanto alle famiglie italiane nel concreto, per educare proprio le nuove generazioni a prendersi cura dell’ambiente e di ciò che li circonda. Ha concluso Federica Mazzoni, presidente del Quartiere Navile:

Abbiamo deciso qui a Fondo Comini di dedicarci con particolare attenzione alla rigenerazione del parco, che è un luogo in cui si trovano anche molte realtà come associazioni e gruppi di genitori questa aiuola, questo orto botanico dà l’idea esattamente di come tutti, sin da piccini, dobbiamo fare la nostra parte per prenderci cura del mondo del nostro quartiere, della nostra città.