Casale dei Cedrati

Casale dei Cedrati, il 2024 sarà un anno ricco di eventi

Dallo scorso 19 novembre è possibile visitare il bel Casale dei Cedrati appoggiato sull’acquedotto romano nel cuore di Villa Pamphilj a Roma. Una rinascita che ha permesso ai visitatori, più di 2000, di usufruire di spazi verdi ed eventi culturali in un complesso che fino a pochi mesi fa era in totali condizioni di abbandono.

Dopo un lungo periodo di chiusura, il Casale ha potuto riaprire grazie all’impegno della Società Consortile Casale dei Cedrati, formata dalla cooperativa CoopCulture e dalla cooperativa sociale Linea d’Arte, che hanno saputo coinvolgere cittadine e cittadini fautori del rispetto per il bene pubblico.

Casale dei Cedrati, eventi 2024

Fra i progetti di questo nuovo anno (qui per conoscere i prossimi eventi) anche la rigenerazione del Giardino dei Cedrati per un pieno recupero dell’area verde, sempre con l’attiva partecipazione della cittadinanza e la collaborazione di associazioni quali Slow Food, Legambiente e Orti Urbani.

Previsto il restauro e la messa in sicurezza del pergolato, la rigenerazione dell’agrumeto, con ripiantumazioni e interventi di disinfestazione e lotta biologica, la creazione di una vera e propria biblioteca degli agrumi con 22 piante di agrume selezionate poste in vasi disposti lungo l’antico acquedotto dell’Acqua Paola e sulla facciata del Casale, il restauro delle due serre, che verranno illuminate e accoglieranno uno spazio laboratorio per attività didattiche e il plant swap, lo scambio di semi e piante, il ripristino e la riattivazione delle due fontane a vasca ornamentali.

Come sostenere il Casale

Per contribuire alle spese del Casale si può procedere con una donazione a Linea d’Arte Società Cooperativa, oppure acquistare la Card 2024 disponibile presso il bookshop, nella versione ordinaria con una quota di adesione annuale di 15 euro (10 euro per i giovani sotto i 25 anni). Ai possessori della card sono garantiti sconti in caffetteria, al bookshop e a tutta l’offerta a pagamento in programma, la partecipazione ai corsi, e la possibilità di fruire con durata giornaliera degli armadietti situati all’interno del Casale.