negozio

Centri Commerciali Naturali, nuova vita per i negozi di quartiere

La città di Firenze ha firmato un protocollo d’intesa tra il Comune e i Centri Commerciali Naturali, al fine di dare aria nuova ai negozi di quartiere, così come alle aggregazioni commerciali formate dalle piccoli imprese urbane. Vari soggetti hanno firmato il documento: il sindaco Dario Nardella, i presidenti dei cinque Quartieri e dai rappresentanti di Confcommercio, Confesercenti, Cna e Confartigianato. Ma perché proprio in questo momento si è scelto di attuare un protocollo d’intesa a favore dei Centri Commerciali Naturali? La risposta arriva dal sindaco di Firenze:

Dopo la pandemia abbiamo deciso di dare una grande spinta ai Centri Commerciali Naturali rinnovando, a distanza di dieci anni, questo accordo per potenziare le scontistiche, le iniziative, i progetti di promozione da fare insieme. Quest’anno abbiamo intenzione di organizzare una grande stagione natalizia e non soltanto le manifestazioni estive. Vogliamo potenziare, insieme ai Quartieri, le membership, cioè fidelizzare i cittadini. Il piccolo commercio, quello a dettaglio, la bottega di strada, il negozio sotto casa sono fondamentali, non solo per rafforzare il senso di comunità e per promuovere le relazioni sociali, ma anche per far ripartire il commercio. Il 2022 deve essere l’anno della grande ripartenza del commercio nella nostra città.

Cosa sono i Centri Commerciali Naturali

I Centri Commerciali Naturali (CCN), sono l’aggregazione di esercizi commerciali che operano integrandosi tra loro, nel contesto urbano. Secondo il nuovo protocollo firmato a Firenze, il CCN deve essere definito da almeno una o più strade e/o piazze; ciascuna strada o piazza può appartenente a più di un CCN. Almeno 5 operatori con sede nell’area di riferimento, dovranno costituire formalmente un’associazione o un comitato o un consorzio, per la gestione delle varie iniziative. Inoltre ogni CCN, potrà presentare annualmente al Comune un programma degli eventi che intende organizzare sul proprio territorio.

Quali sono i compiti del CCN

Tra i compiti dei Centri Commerciali Naturali di Firenze ci sono: segnalare situazioni di degrado; promuovere iniziative finalizzate al miglioramento del decoro urbano; collaborare con il Comune allo sviluppo di progetti per la riqualificazione, rivitalizzazione e valorizzazione del territorio. Inoltre i gestori del CNN si impegnano a promuovere iniziative sulla vivibilità urbana, il commercio, l’educazione al consumo, l’educazione civica, la tutela ambientale.