Cascina Martesana Città dei 15 minuti

Città dei 15 minuti, partono a Milano 22 progetti sociali

Sono 22 i progetti a impatto sociale finanziati con il bando Mi15 per rendere Milano la città dei 15 minuti. Si attiveranno servizi attualmente assenti che permetteranno ai milanesi di avere vicino casa una serie di proposte e di benefici che vanno dai laboratori di formazione artigianale agli spazi di aggregazione, dalle palestre alle cascine.

Il Comune di Milano, insieme al gruppo di ricerca Tiresia del Politecnico, diretto dal professor Mario Calderini, ha promosso un percorso di valutazione per verificare l’impatto e le ricadute che i progetti avranno sui quartieri e sui cittadini.

Grazie a questo bando 22 nuove attività sono nate o hanno migliorato e ampliato i loro servizi per i cittadini e le cittadine toccando tutti i municipi di Milano, esclusa la Zona 1 Centro storico – ha detto l’assessora allo Sviluppo economico Alessia Cappello –. Portare o fare crescere attività che abbiano un impatto positivo nelle zone meno centrali della città significa tenerle vive, attrattive e sicure. Si conferma anche con questo bando il nostro impegno per realizzare concretamente una città a 15 minuti, con servizi accessibili a tutti e a poca distanza da casa.

Città dei 15 minuti, i 22 progetti finanziati

Le imprese hanno ricevuto finanziamenti a fondo perduto per la città dei 15 minuti pari all’80% del costo del progetto e daranno un nuovo volto ai quartieri e nuove possibilità a chi li vive.

  • A Lodi Corvetto la Digital Fabbrichetta S.r.l potenzia il FabLab Vectorealism e rinnova le attrezzature per ingaggiare nuovi utenti, soprattutto giovani, proponendo percorsi formativi orientati all’auto-imprenditorialità nel settore del design e della manifattura digitale;
  • Panegirico è un laboratorio mobile per la panificazione che sarà scuola, spazio collaborativo, sede di eventi culturali ampliando la relazione di “Madre Project, la scuola del pane e dei luoghi” a tutta la città;
  • Insula Net Impresa Sociale propone la riqualificazione dello spazio di via Demonte 8 di proprietà di Metropolitana Milanese (MM) e affidato in contratto di comodato d’uso gratuito a Abitare Sociale Metropolitano. Sarà dedicato a scuole e giovani;
  • Magnete Impresa Sociale S.r.l. propone Campo Magnetico per facilitare l’accesso delle famiglie a servizi educativi innovativi su tematiche di attualità come la tutela ambientale, l’imprenditoria giovanile, la robotica;
  • La proposta di Aslam, cooperativa sociale, è offrire ai minori e ai giovani (16-32 anni) con bassa scolarità, alle donne in condizione di vulnerabilità, agli adulti over 40 disoccupati laboratori e percorsi per accrescere il “fare” artigianale, il “vedere” tecnologico, il “pensare” sostenibile;
  • Sp.R.In.G. – Spazio di Ricerca e Inclusione Giovani nel Municipio 5 per socializzare, formarsi, dedicarsi gratuitamente ad attività creative e di studio;
  • Reciqua, uno spazio permanente dedicato all’economia circolare, al ciclo di vita degli oggetti e alla formazione.

Palestre e cultura

  • La palestra Heracles Gymnasyum (HG), in Via Padova, amplia i servizi offerti ai giovani dai 15 ai 25 anni, in molti casi provenienti da contesti di marginalità economico-sociale e dispersione scolastica. Attivazione ed il potenziamento di un bar dedicato all’alimentazione bilanciata, di una biblioteca , di uno sportello di orientamento alla scelta in ambito professionale e formativo, di un auditorium/palcoscenico;
  • Il Teatro Cinema Martinitt a Lambrate amplia lo spazio a disposizione, riconvertendo alcuni locali adiacenti la sala, per arricchire l’attuale proposta culturale con attività ed eventi;
  • Citofonare BASE è uno YES SPACE, uno spazio aggregativo all’interno del quartiere, un nuovo modello di istituzione culturale di prossimità, aperto, flessibile, democratico, accessibile, pensato per fare comunità;
  • Bicicleria 15, per la mobilità attiva e l’inclusione sociale, a Niguarda – Bovisa – Dergano – Affori. Offre corsi di manutenzione e costruzione bici con riuso di materiali, consegne etiche per le botteghe di prossimità, servizio rider di comunità anche per le categorie fragili del quartiere, attività educative sull’uso della bici e delle bici cargo e di socialità;
  • Intervento di riqualificazione dell’area della EastRiver SRL sulla Martesana che, grazie a migliorie strutturali e di sicurezza, aumenta il numero e la qualità dei servizi offerti per l’aggregazione sociale.

La ristorazione

  • La Fabbrica di Olinda propone il “Bar Portierato di quartiere”, un servizio di prossimità che integra le funzioni commerciali e sociali di bar-panetteria con le azioni di portierato di quartiere;
  • “Casa di Giacomo” è un Chiosco bar in piazza Corvetto che migliorerà la qualità dell’offerta di servizi, coniugando la ristorazione a iniziative di promozione culturale, artistica e sociale;

Progetti per l’infanzia

  • Dall’esperienza di Medici in Famiglia S.r.l. Impresa Sociale nasce Welcomed, servizi di cura, accompagnamento e ascolto, per mettere al centro la salute dei bambini e delle famiglie in condizioni di fragilità socioeconomica;
  • Ampliamento e potenziamo dei servizi offerti da Varievie, dal 2014 asilo nido, laboratorio di arte scienza e natura, campus estivo ed invernale, spazio per il benessere delle donne, spazio di supporto per genitori, spazio di incontro per persone di culture diverse;
  • La Cascina Biblioteca potrà potenziare le offerte di outdoor education rivolte ai minori 3-5 anni e ai genitori;
  • Piccoli Sorrisi, un nuovo Asilo nel Municipio 2 per permettere l’accesso ad un maggior numero di bambini in graduatoria;
  • Scamamù, una libreria di vicinato che vende libri, giochi ma propone anche attività ludico-creative e didattico-educative. Tutto in collaborazione con scuole, biblioteche e associazioni per promuovere lettura, cultura e creatività e renderà disponibili spazi di supporto per il vicinato e di sostegno alla genitorialità.

Nuova vita per le cascine nella città dei 15 minuti

  • CasciNet AgroHub, Quartiere Parco Forlanini – Cavriano amplia le attività ed i servizi offerti migliorando l’accessibilità, con particolare attenzione a disabili motori e sensoriali. L’AgriRistoro, servizio di ristorazione con prodotti a Km zero e senza sprechi alimentari, diventa il core business dell’impresa sociale CasciNet, potenziando anche la fruibilità degli spazi verdi di Cascina Sant’Ambrogio e valorizzando l’abside medievale che si trova inserita nel corpo di fabbrica della cascina, ultima traccia del monastero delle monache di Santa Radegonda, nel quale si trovano ancora affreschi originali del 1400;
  • Ristrutturazione della Cascina Martesana (in foto) rendendola accessibile a tutti ed ancora più accogliente e funzionale. Attivare nuovi spazi ristrutturati, agibili e regolamentari per continuare a fare cultura, aggregazione, educazione e sviluppo sostenibile in un contesto altrimenti carente di luoghi adibiti alla socialità ed alla promozione artistica e culturale;
  • Mare Culturale Urbano a San Siro da vita ad una piazza coperta da una struttura removibile. L’intervento strutturale interesserà la corte centrale della Cascina Torrette di Trenno, e permetterà organizzare attività in ogni stagione.