Coltivare in casa le aromatiche bio, di Marzia Fiordaliso

Nel 2001 uscì il libro L’Arte dell’orto a quadretti, una guida per realizzare il nostro piccolo angolo di paradiso in uno spazio minimo.
I quattro volumi del cofanetto illustravano le tecniche per le semine, i trapianti, la manutenzione quotidiana, dando anche consigli su come curare le piante e tenere lontani gli insetti nocivi.
Ho capito leggendolo che non serve avere un grande giardino per coltivare qualche pianta di pomodori, o di fragole o per avere, almeno, se l’appartamento non ha terrazzo, un posticino soleggiato dedicato alle aromatiche: basilico, prezzemolo, timo, salvia, rosamrino, peperoncino, coriandolo, origano, erba cicpollina.
Un’idea potrebbe essere quella di dedicare una porzione di parete alla coltivazione, su pinterest tante idee: mensole con cestini, grate cui aggrappare i vasi, cassette della frutta di legno riadattate.
Il consiglio è quello di acquistare semi o aromatiche biologiche così come la terra. Alcuni vivai ne sono ormai provvisti.