Deforestazione: serve un forte impegno dall’UE

Il 17 marzo 2022 sarà un giorno importante e speriamo di svolta per quanto riguarda il tema della deforestazione. In questa data infatti si riuniranno i ministri membri dell’Unione Europea, per prendere delle decisioni ed esprimersi in merito alla bozza della normativa sulla deforestazione; la legge infatti, pubblicata a novembre, attualmente presenta ancora diverse lacune.

Per questo motivo la coalizione europea #Together4Forests, chiede un impegno forte e deciso ai ministri affinché si prendano le giuste decisione per arginare questo problema. In Italia la coalizione è sostenuta principalmente da Wwf, Greenpeace e Legambiente.

La coalizione è scesa in piazza in 14 paesi europei per chiedere che la bozza della normativa per la tutela delle foreste, venga integrata con alcuni punti essenziali.

“Finalmente le aziende che immettono determinati prodotti e materie prime sul mercato comunitario dovranno tracciarne l’origine e dimostrare che non sono collegati alla distruzione o al degrado delle foreste. Si tratta di un importante passo avanti, ma non basta”.

I prodotti e le materie prime indicati dalla Commissione, dovrà comprendere tutti quei prodotti la cui filiera genera la distruzione delle foreste; tra i prodotti nel mirino ci sono la carne di maiale e di pollo insieme a quella bovina, la gomma e il mais.

Nel mondo ogni due secondi un’area di foresta grande come un campo da calcio è distrutta. Solo per fare un esempio un’area dell’estensione del Circo Massimo, sparirebbe in soli 24 secondi.