Abbonamenti gratuiti per studenti: la situazione di Unico Campania

Abbonamenti gratuiti per studenti: la situazione di Unico Campania

Lo scorso 3 settembre è ripartita la campagna per gli abbonamenti gratuiti studenti di Unico nella regione Campania. Alcuni si sono lamentati dei problemi tecnici del sito, rallentato proprio a causa dei numerosi accessi per fare richiesta di questo sconto.

A tranquillizzare gli utenti ci ha pensato il presidente del Consorzio Unico Campania, Gaetano Ratto, con un’intervista esclusiva su Fanpage: “Purtroppo quest’anno la campagna abbonamenti è partita il 3 settembre, in ritardo rispetto agli altri anni, quando la data era il 15 agosto, non per scelta del Consorzio, ma perché sono cambiati i requisiti di accesso stabiliti dalla Regione Campania, a causa della pandemia del Coronavirus. I tempi sono molto stretti e l’istruttoria e l’approvazione delle richieste stanno intervenendo ad anno scolastico già iniziato. Quindi si stanno affollando le richieste in un periodo ristretto di giorni, ad anno scolastico già avviato. Ma voglio rassicurare che tutte le domande saranno prese in carico e che i sistemi saranno aperti sicuramente almeno fino al 31 dicembre”.

Come funziona Unico

Il progetto, cofinanziato con fondi dalla Regione Campania e risorse del Fondo Sociale per lo Sviluppo e la Coesione, ha l’obiettivo di garantire l’opportunità agli studenti campani di richiedere l’abbonamento gratuito per il percorso casa/scuola/università.

La Regione richiede – esclusivamente per l’accesso alla gratuità – che lo studente (dai 12 anni compiuti) si trovi, al momento di presentazione della domanda, alternativamente in una delle condizioni indicate:

  • aver ricevuto almeno la prima dose di vaccino Anti-SARS-COV-2/COVID-19
  • possedere il certificato di guarigione da COVID19 da non oltre 6 mesi
  • possedere il certificato di esenzione dalla vaccinazione

La richiesta può essere presentata esclusivamente sul sito, con i seguenti requisiti:

  • residenza in Campania
  • una età compresa tra gli 11 e i 26 anni compiuti
  • iscrizione a scuola secondaria di primo e secondo grado (medie e superiori) o università e master
  • possesso della certificazione ISEE non superiore a € 35.000