Cooperativa sociale, senza sovvenzioni esterne, nata nel dicembre 2007 nella Casa di Reclusione di Milano – Bollate.  Vi lavorano giardinieri liberi e detenuti. In vendita tutti i tipi di piante e tra i servizi la progettazione di giardini. Per accedere al negozio è richiesto un documento d’identità. In caso di fila bussare e comunicare la volontà di acquisto. Troppo complicato? Potrà sembrarlo la prima volta, ma dare supporto e lavoro a chi vive in un penitenziario è importante.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.