Metro Linea 1 a Napoli: rinvio per l'utilizzo dei nuovi treni

Metro Linea 1 a Napoli: rinvio per l’utilizzo dei nuovi treni

C’è stato un nuovo rinvio per la riunione con i tecnici del Ministero dei Trasporti per autorizzare la messa in esercizio dei nuovi treni della linea 1 della metro di Napoli, che ormai si fa attendere da un anno e mezzo. Dopo l’incendio dello scorso 13 luglio proprio durante il collaudo è stato bloccato tutto, nonostante il 6 agosto sia stata poi inaugurata la nuova stazione Duomo.

“Siamo passati ad un altro treno dopo l’incendio – ha dichiarato il direttore di esercizio della linea 1 Vincenzo Orazzo, come riporta Ansa – un episodio accidentale, e porteremo a Roma una documentazione adeguata. Non escludo, però  che possano chiedere il parere di qualche docente universitario o sollecitare qualche piccola integrazione”. Quando arriverà l’ok dal Ministero, dovrà comunque passare un mese prima di vedere il primo treno partire.

“I treni in servizio – ha aggiunto Fabio Cuomo, del sindacato ORSA – sono appena 6. L’attesa nelle ore di punta supera i 20 minuti. L’azienda dice di supplire con gli autobus, Ma sono cose che si possono raccontare ai giornali”.

Ultime news

Dallo scorso sabato 4 settembre la stazione Duomo della metro Linea 1 di Napoli non è più a mezzo servizio: per colpa della mancanza di personale la stazione era stata inaugurata (dopo 20 anni di lavori), ma dalle ore 13:30 fino alle 22:20. Attualmente i macchinisti ci sono e l’orario è lo stesso delle altre stazioni, quindi dalle 06:00 fino alle ore 23:00.

“Terminate le attività di abilitazione del personale di macchina – fa sapere Anm – da sabato 4 settembre la fermata Duomo è aperta al pubblico dalle ore 6.00 fino a fine servizio”. Il cantiere dal lato di via Duomo non è stato ancora tolto, visto che i lavori per finire la stazione dell’arte andranno avanti ancora per quattro anni.

I lavori continueranno sul tempio romano ritrovato a soli otto metri dalla superficie di piazza Nicola Amore. Nel progetto principale doveva essere visibile anche dall’esterno della stazione grazie ad una speciale cupola trasparente, tuttavia la creazione della cupola è stata fermata a causa di problemi economici.