Mobilità sostenibile: Firenze al primo posto

Quali sono le città d’Italia che si distinguono per una mobilità sostenibile? Al primo posto sul podio c’è Firenze, a seguire Milano e Torino. A dirlo è il quindicesimo rapporto di Euromobility sulla mobilità sostenibile nelle principali 50 città italiane.

Il rapporto che descrive la situazione italiana sulla mobilità, l’ha presentato il segretario nazionale di Euromobility a conclusione della Conferenza Nazionale sul Mobility Management e la Mobilità Sostenibile.

Catania, Siracusa e Campobasso risultano invece le città peggiori per quanto riguarda l’offerta di servizi legati ad una nuova mobilità. Roma si posiziona solamente al quindicesimo posto. Per quanto riguarda invece le città che si stanno attivando per sviluppare sempre di più una nuova mobilità per i cittadini, che sappia rispettare l’ambiente, c’è Reggio Emilia dove sta aumentando il numero delle piste ciclabili. Prato è la città con più auto di recente immatricolazione, mentre ad Ancona si sfiora il 25% di auto a basso impatto, GPL, metano, ibride o elettriche.

Non mancano quindi le città italiane con sempre più nuovi sistemi di sharing o mobilità condivisa; auto, bici, scooter e monopattini a disposizione dei cittadini.

Alla conferenza si è parlato anche della nuova figura nata nel settore della mobilità: il mobility manager. Una figura centrale per lo sviluppo di questo settore; è confermato infatti che sono i mobility manager gli attori a cui l’Europa guarda,  perché capaci di incanalare nella giusta direzione gli investimenti dei prossimi mesi e anche dei prossimi anni.