RomaNatura e Rete Volontari in Sinergia insieme per la Riserva Naturale di Monte Mario

RomaNatura e Rete Volontari in Sinergia insieme per la Riserva Naturale di Monte Mario

Lo scorso 10 novembre RomaNatura e Rete Volontari in Sinergia hanno firmato un protocollo d’intesa a cui prendono parte molte realtà territoriali, Cardio Salus, Casotto Monte Ciocci, Giacomo Vidiri, Hell Valley, In Cammino con Gustamundo, Libera Accademia di Roma, Liberamente, LumbeLumbe Onlus, Muovi Municipio I Roma centro operanti nei Municipi I, XIII, XIV e XV.

Il progetto

Con questo progetto si vuole promuovere la nascita di attività per la salvaguardia dell’ambiente: “Al mantenimento di un Capitale Naturale di grande pregio si affianca la salvaguardia della ricchezza culturale dei luoghi e del capitale sociale – dichiara Maurizio Gubbiotti, Presidente di RomaNatura – consolidando un modello di alleanza e collaborazioni vogliamo rafforzare ulteriormente il concetto di sinergia tra istituzioni e realtà sociali, associative e di volontariato, percorsi che possono aumentare nei giovani e negli adulti la sensibilità e le competenze circa i problemi delle tutela e dello sviluppo, dando origine a politiche improntate alla sostenibilità. I parchi oggi possono essere vissuti come centro vitale di cultura e socialità e sede di espressione e condivisione”.

Rete Volontari in Sinergia vuole dare vita ad un modello di intervento basato sul dialogo continuo con le realtà istituzionali sul territorio che generi una coprogettazione dinamica tra le persone, enti della società civile e istituzione: “È impensabile che istituzioni e associazioni lavorino separati viste le sfide ambiziose che entrambe si vedono affrontare ogni giorno. Questo vale in particolare per l’ambiente e la tutela delle aree verdi di Roma”, aggiunge Leonardo Maria Ruggeri Masini, portavoce della Rete VIS, Presidente di Liberamente e coordinatore del movimento ambientalista dei Caschi Verdi.

Lo scopo di questa iniziativa è la condivisione di buone pratiche, risorse e volontari per aumentare l’impatto dei progetti e il credito da spendere verso le istituzioni. Per la Riserva di Monte Mario ci sarà un tavolo di confronto con numerose associazioni del territorio per migliorare gli spazi comuni.