Tap&Go a Napoli: biglietti di metro e bus si acquistano con la carta di credito

Tap&Go a Napoli: biglietti di metro e bus si acquistano con la carta di credito

Tap&Go sbarca a Napoli e così prossimamente si potranno acquistare biglietti di metro e bus semplicemente con la propria carta bancaria. Non a caso è stata fatta anche una partnership con Mastercard, che ha affiancato il consorzio UnicoCampania e le aziende di trasporto pubblico locale coinvolte, in questa prima fase di sperimentazione.

Questo servizio è disponibile sulle linee metropolitane Eav nelle stazioni della linea Napoli-Sorrento e Aversa-Piscinola e sulle linee Anm Linea 1 e Funicolare centrale e di Chiaia. Entro il 2023 sarà esteso anche a tutte le linee ferroviarie Eav e agli autobus delle aziende consorziate.

Eppure nella città partenopea ci sono ancora problemi per i trasporti: “Ci vorrebbe un miracolo per poter far funzionare bene la Linea 1, non bisogna dire bugie. Ci vorranno mesi per poter permettere un buon funzionamento del trasporto campano – ha dichiarato il neoassessore ai trasporti del Comune di Napoli Edoardo Cosenza – I miracoli non li sappiamo fare, l’unica soluzione è mettere in funzione nuovi treni. Un sistema inaffidabile è un sistema per definizione che si blocca e provoca disagi”.

Biglietti online anche a Roma

Invece a Roma Tap&Go è disponibile già da anni, mentre dallo scorso luglio è possibile comprare i biglietti dell’Atac per viaggiare nella Capitale via sms: è possibile farlo in qualsiasi momento e non c’è bisogno della carta di credito. Questo nuovo metodo si chiama SMS&GO, è sviluppato dal Gruppo Digital Virgo ed è disponibile per i clienti Vodafone, TIM e WindTre (perciò l’acquisto è possibile tramite credito telefonico).

“Questo servizio – ha detto l’Amministratore Unico di Atac, Giovanni Mottura, come riporta RomaToday – si aggiunge ai tanti che abbiamo attivato per facilitare il pagamento del biglietto. Abbiamo un servizio via app, B+. La possibilità di pagare con carta di credito e da oggi anche l’acquisto via sms. Stiamo facendo ogni sforzo per venire incontro ai nostri clienti. Ci potremo ritenere soddisfatti quando espressioni come non ho il biglietto perché non l’ho trovato spariranno dal dibattito pubblico. Da oggi siamo ancora più vicini a questo risultato”.