Ecomondo

Ecomondo 2022: moda sostenibile, eventi in programma

Torna dall’8 all’11 novembre Ecomondo, la fiera interamente dedicata alla green economy e al vivere sostenibile organizzata da Italian Exhibition Group. Nell’edizione 2022 di Ecomondo troverà ampio spazio anche il settore moda. Tra i padiglioni di RiminiFiera esperti da tutto il mondo faranno il punto sui traguardi raggiunti e sulla strada ancora da percorrere verso una piena sostenibilità del settore.

Ecomondo 2022 offrirà anche la possibilità di guardare con maggiore concretezza alla situazione attuale dell’ecomoda. L’occasione verrà offerta dala seconda edizione dell’Osservatorio tessile, che presenterà gli ultimi dati raccolti. A cominciare dai numeri relativi al volume d’affari raggiunto dall’abbigliamento entro i confini UE, stimato sui circa 397 miliardi di dollari (49,25 miliardi di dollari per il solo territorio italiano).

Ecomondo 2022, l’impatto ambientale della moda

Un’impronta economica tale da rendere chiaro il perché il settore venga ritenuto di particolare rilievo. In Europa risulta al quarto posto per impatto ambientale e al quinto per quanto riguarda l’utilizzo di materie prime e le emissioni di gas serra. Addirittura terza posizione per quanto concerne invece l’impatto in termini di consumo di acqua e suolo.

Ecomondo 2022 rappresenterà inoltre un punto cruciale nella messa a punto di un percorso di transizione ecologica del settore moda. Tra i punti chiave del processo vengono indicati la raccolta domiciliare degli abiti usati, il riutilizzo dei tessuti, ma non solo. Nella progettazione dei capi d’abbigliamento risiederebbe circa l’80% dell’impatto ambientale della moda, che può essere ridotto ad esempio gestendo meglio i coloranti o la monomatericità.

Eventi moda, info e orari

Sono previsti diversi appuntamenti con la moda durante l’edizione 2022 di Ecomondo. Di seguito l’elenco dei principali eventi programmati.

Tessile come opportunità: sfide e coinvolgimento degli Stakeholders del settore

Mercoledì 9 novembre dalle 11 alle 13 si svolgerà, a cura del Comitato Tecnico Scientifico di Ecomondo & LVMH Italia, il primo incontro a tema ecomoda. Il convegno è previsto all’interno della Innovation Arena, Hall Sud:

Nel dibattito fra principali attori del sistema moda italiano nella prima parte della giornata, l´obiettivo è evidenziare il contributo di tutte le parti interessate nel rispondere a queste sfide, facendo emergere proposte, targets e progetti in corso.

Prevenire i rifiuti tessili e circolarità tessile: il ruolo di città e regioni e il potenziale delle politiche pubbliche locali

Il secondo appuntamento è in programma nella stessa giornata di mercoledì 9 novembre, dalle 16 alle 18, nella Sala Diotallevi 1, Hall Sud. A organizzare l’evento è ACR+ Association of Cities and Regions for Sustainable Resource Management:

La UE identifica il settore tessile come intensivo per le risorse disponibili, sebbene sia identificato come catena di valore nel Circular Economy Action Plan. Il combinato disposto di raccolta differenziata del rifiuto tessile e l’implementazione delle politiche pubbliche regionali indica la strada da percorrere verso circolarità e sostenibilità.

Osservatorio tessile. Innovazione, efficienza, circolarità: geografia di una sfida

È previsto per giovedì 10 Novembre 2022, dalle 09:30 alle 11, il terzo evento principale per il settore moda. L’appuntamento è presso l’Innovation Arena, Hall Sud:

L’incontro indica esperienze e soluzioni tecnologicamente avanzate nell´ambito del riciclo degli scarti tessili urbani e industriali e analizza il percorso intrapreso da un settore chiave del made in Italy per andare nella direzione dell´economia circolare.

L’industria tessile e della moda dell´area del Mediterraneo verso modelli di business più green e circolari

Sempre giovedì 10 novembre, dalle 11:30 alle 13 (Sala Neri 2, Hall Sud), il Comitato Tecnico Scientifico di Ecomondo, UNIDO e MedWaves hanno organizzato una conferenza. Durante la quale i relatori faranno il punto:

Sugli obiettivi di circolarità, le fibre prodotte in modo sostenibile e sulle tecnologie per il riciclo e protocolli chimici più sicuri.