Ecomondo

Ecomondo, economia circolare e sostenibilità diventano progetti concreti

L’ultima edizione di Ecomondo, il Salone della Green Economy di Italian Exhibition Group, che si è chiuso lo scorso 11 novembre alla Fiera di Rimini in contemporanea con Key energy, ha confermato come economia circolare e sostenibilità siano diventati argomenti di interesse pubblico, sempre più svincolati dalla sfera dei buoni propositi, per trasformarsi in progetti concreti che, oltre a ridurre il tasso di spreco di materie prime e di inquinamento ambientale, producono benefici economici a livello imprenditoriale e a livello privato.

A questo proposito, durante la kermesse riminese si è parlato di come una corretta gestione dei rifiuti possa trasformare scarti in risorse, come testimoniato dallo studio “Dalla gestione rifiuti una spinta verso l’autosufficienza energetica” presentato nelle giornate di manifestazione da Assoambiente. In particolare la ricerca sottolinea come il rispetto delle linee guida e degli obiettivi stabiliti a livello comunitario possano contribuire fattivamente alla soluzione del problema dell’autosufficienza energetica del nostro Paese e del caro materie prime: grazie al riciclo si possono infatti risparmiare consumi energetici pari a quelli di 7 milioni di famiglie, ottenere l’1,5% del fabbisogno nazionale di gas e generare ingenti quote di energia elettrica, pari ai consumi medi di 2,6 milioni di famiglie.

Ecomondo: la concretezza si raggiunge attraverso la sinergia tra i vari attori

L’importanza di abbracciare un approccio responsabile alla produzione (e al consumo) è quindi fatto assodato e ha trovato diretta corrispondenza nelle performance che il doppio appuntamento ha registrato nella sua ultima edizione. L’arrivo di un numero crescente di visitatori e ospiti provenienti dall’estero ha sottolineato l’internazionalità impressa all’evento dalle politiche avviate negli ultimi anni da IEG. Presenti oltre 600 buyer d’oltreconfine grazie alla sinergia attivata con Agenzia ICE e Ministero degli Affari Esteri e che hanno generato 2537 business matching sulla piattaforma digitale, mentre a livello complessivo il flusso di presenze è cresciuto del 41% rispetto al 2021.

Si tratta di risultati importanti, che si possono ottenere solo con un lungo impegno: Ecomondo ha infatti compiuto 25 anni e, proprio grazie al quarto di secolo di attività, ha saputo capitalizzare e costruire una rete di contatti con tutti i principali stakeholders istituzionali, nazionali e internazionali, a partire dalla Commissione europea passando per il Ministero dell’Ambiente e la Sicurezza energetica, fino alla Fondazione per lo Sviluppo sostenibile e ai Consorzi di filiera; inoltre i due saloni hanno stretto accordi di collaborazione con 80 associazioni internazionali che operano nella green economy e ribadito la volontà di essere protagonisti e promotori della rivoluzione sostenibile nell’area del Mediterraneo, portando in fiera le case history più significative dei progetti internazionali di cooperazione per la tutela dell’ecosistema marino e del contrasto al cambiamento climatico.

La green economy nelle aree espositive

Uno storytelling dell’innovazione applicata alla svolta green a tutto tondo, che ha amplificato le voci delle centinaia di storie aziendali presenti in fiera: le start up dell’innovazione circolare, strategicamente inserite in un’area dedicata per darne massima visibilità, ma anche le imprese più strutturate, per un totale di 1.400 brand espositori presenti sui 130mila metri quadrati di esposizione.

Tanto l’area espositiva, quanto l’offerta convegnistica hanno dunque rappresentato il meglio dell’innovazione made in Italy e internazionale per i pilastri della green economy: bio-economia circolare, gestione e valorizzazione dei rifiuti e delle acque reflue, rigenerazione dei suoli e dei mari e crescita blu sostenibile e rischio idrogeologico, assieme alle soluzioni e tecnologie nel settore del solare, fotovoltaico e sistemi di accumulo, eolico on shore e off shore, efficientamento energetico nell’industria e negli edifici, ed un focus sulle città sostenibili e mobilità elettrica.

Forte di questo background, Ecomondo tornerà a Rimini dal 7 al 10 novembre del 2023, preceduta, dal 22 al 24 marzo 2023, dalla prima edizione di K.EY The Renewable Energy Expo (lo spin off da Ecomondo di KEY ENERGY che diventa autonomo, raddoppiando il suo spazio).