Rossella Sobrero

Economia circolare: produrre in modo nuovo nelle città, di Rossella Sobrero – SOStenibili

In alcune grandi città italiane (Milano ma non solo) spazio all’economia circolare: crescono gli spazi ibridi come i coworking, gli hub di comunità, i laboratori dove si può sperimentare un nuovo modo di progettare e produrre.

Alcuni di questi laboratori, che vengono definiti Fab Lab, possono essere considerati beni collettivi perché hanno l’obiettivo di investire in formazione, promuovere la conoscenza della fabbricazione digitale, stimolare la collaborazione e l’open innovation.

Fabbricazione digitale ed economia circolare: un nuovo modo di produrre

Economia circolare stampante 3 D

Il FabLab Milano – che si trova nel cuore della zona industriale del quartiere Bovisa – è un laboratorio di fabbricazione digitale attrezzato che mette in comunicazione gli studenti con le aziende e gli artigiani con le imprese. Stampanti 3d, frese cnc, plotter e altre macchine digitali sono a disposizione di tutti i partecipanti grazie a percorsi di formazione molto originali, rendendo di fatto accessibile a ognuno la digital fabrication.

Al FabLab si impara insieme un nuovo alfabeto: grazie a competenze e professionalità diverse, è possibile trasformare le idee in prodotti innovativi e sostenibili realizzati con gli strumenti della fabbricazione digitale. È possibile infatti prototipare, testare e migliorare nuovi prodotti grazie anche all’assistenza di esperti e alla partecipazione a specifici corsi di formazione professionale.
La sperimentazione in corso nella metropoli lombarda promuove anche l’idea di economia circolare in particolare nei settori della moda e del design.

I laboratori per uno sviluppo sostenibile

FabLab Milano fa parte della rete Fab City un network di città di tutto il mondo che promuove il ritorno della produzione nelle aree urbane in ottica circolare e sostenibile. Un nuovo modello economico che ha l’obiettivo di rendere le città più vive e vivibili grazie al coinvolgimento di cittadini, imprese e istituzioni.
I FabLab possono avere un ruolo innovativo nello sviluppo locale perchè rappresentano una infrastruttura progettata per stimolare l’apprendimento, la creatività e la collaborazione tra pari e per offrire nuove soluzioni ai bisogni delle comunità.

di Rossella Sobrero, Presidente Ferpi e Koinetica