EnergyMed: la tredicesima edizione dal 24 al 26 marzo

EnergyMed: la tredicesima edizione dal 24 al 26 marzo

Torna dal 24 al 26 marzo 2022 a Napoli EnergyMed con la sua tredicesima edizione, ossia la Mostra Convegno sulle Fonti Rinnovabili e l’Efficienza Energetica. Tra i temi principali di quest’anno troviamo il via agli incentivi per Comunità Energetiche Rinnovabili, comunemente chiamate CER in cui troviamo cittadini, enti locali ed imprese che condividono uno o più impianti fotovoltaici con lo scopo di usare tutta la produzione di energia elettrica per diminuire le emissioni di CO2.

EnergyMed: cosa succede in questa edizione

Nella città di Napoli ci sarebbe l’opportunità, anche con un finanziamento tramite terzi e, perciò, a costo zero per l’Amministrazione, creare almeno 5 impianti fotovoltaici da un mega (1000 kW) nelle 5 municipalità opzionate tra quelle a più basso reddito, ottenendo così la riduzione del 50% la bolletta elettrica di almeno 5000 famiglie in stato di povertà. Fa sapere Michele Macaluso, direttore di ANEA ente organizzatore della manifestazione:

Per incrementare tale modello di sviluppo energetico sostenibile, ad EnergyMed parteciperanno i principali operatori del settore con le proprie esperienze e buone pratiche e sarà presentato il primo “Network di Comuni per lo sviluppo delle CER” ovvero di quei comuni, come Sant’Anastasia e Caivano, che si sono già mostrati interessati a sviluppare una Comunità Energetica Rinnovabile sul proprio territorio insieme con ANEA, il consorzio della Città Metropolitana di Napoli che organizza Energymed e assiste tutto l’anno i Comuni su progetti per l’energia sostenibile

E proprio quest’anno la transizione energetica sarà il tema principale della manifestazione in tutte le sue forme. Continua Antonio Cavallo, presidente di ANEA:

Un grande contributo alla manifestazione verrà dato poi dagli Ordini professionali, dalle Associazioni di categoria e da tutti gli stakeholder ed enti istituzionali impegnati nei temi di ambiente ed energia che interverranno durante la 3 giorni con occasioni di confronto e dibattito per ripartire da subito con entusiasmo e sicurezza.