ExpoMove 2022

ExpoMove 2022: gli italiani temono l’inquinamento ma in pochi rinunciano all’auto

Ad ExpoMove 2022, in corso alla Fortezza da Basso a Firenze, è stata presentata la ricerca di Ipsos e Legambiente sugli stili di mobilità nelle città italiane.
La crisi modifica anche il modo di spostarsi senza però miglioramenti nella sostenibilità; un premio sarebbe attribuibile solo a Milano. Perfino entro i 2 km si usa l’auto privata, soprattutto fuori dai grandi centri urbani: il 33% si muove a piedi ma il 42% si serve di macchina e moto. Diminuisce l’utilizzo delle bici nonostante si costruiscano nuove ciclabili.

L’inquinamento fa paura ma le alternative non si usano

L’81% degli italiani ritiene che l’aria inquinata sia un danno per la salute e il 68% vorrebbe, entro il 2035, eliminare le auto a benzina, diesel e metano; il 44% addirittura vorrebbe che tutto ciò accadesse subito.
Il 75% pensa sia doveroso investire sulla mobilità integrata; il  95% è favorevole a vietare progressivamente i mezzi inquinanti dai centri urbani e il 65% a politiche/iniziative che impongano agli utenti della strada (auto, moto, motorini, furgoni, camion) una tariffa per circolare in città al fine di ridurre il traffico e migliorare la qualità dell’aria.

Nelle intenzioni di acquisto: il 64% degli italiani sceglierebbe l’auto ibrida, il 59% plug-in, il 53% auto completamente elettrica e il 47% acquisterebbe una bici elettrica/pedalata assistita. Questi alcuni dati della ricerca presentati durante la manifestazione ExpoMove 2022. Le dichiarazioni:

Considerando che mediamente un cittadino impegna non meno di 6 ore alla settimana negli spostamenti (fino a 7 nei centri metropolitani) appare ora imperativo adeguare abitudini, atteggiamenti, ma anche mezzi e infrastrutture per agevolare il cambiamento necessario con evidente impatto sulla qualità della vita, la salute e l’ambiente – afferma Chiara Ferrari, Public Affairs, Ipsos.

In carenza di trasporto rapido, di massa, la crisi impone scelte di povertà: andiamo di più a piedi per risparmiare, di più con vecchie auto inquinanti e di meno coi mezzi pubblici e in bicicletta, salvo nelle città che hanno intrapreso immediate politiche per la mobilità sostenibili, Milano e Firenze in controtendenza”. – secondo Andrea Poggio, Responsabile mobilità sostenibile Legambiente.

I mezzi sostenibili più gettonati

Il rapporto segnala un potenziamento delle reti ciclabili grazie anche agli stanziamenti del MIMS. Tra i casi virtuosi Roma (+ 69 km), Genova (+ 29 km), Torino (+17 km). È boom della micromobilità elettrica: segnaliamo l’avvio di servizi in alcune città che ne erano precedentemente sprovviste, come Catania (3 operatori 1 una flotta di 1000 mezzi) e Palermo (con 3500 mezzi in flotta e ben 7 operatori). Per il bike sharing la città più virtuosa è sicuramente Milano, con quasi 17 mila bici in flotta (trend in aumento), seguita da Roma (flotta di 9.700 bici, tendenza positiva) e Torino (5.300).

Per quanto riguarda car sharing, sul podio c’è Roma (con una flotta di 2.153), Milano (2.118) e Torino (880). Un ulteriore interessante dato riguarda poi la composizione del parco circolante: le autovetture a gasolio sono in diminuzione, si registra una crescita significativa delle autovetture elettriche e ibride. Tra i principali exploit segnaliamo Roma (99.931 ibride e 10.805 elettriche) Milano (86.147 e 7.509), Torino (47.470 e 5.263) Firenze (41.735 e 7.292) e Bologna (29.268 e 2.157).

Il tema della qualità dell’aria resta fondamentale per le istituzioni centrali e locali che sono chiamate a implementare strategie e progetti, anche facendo leva sul PNRR, per avviare un percorso di sostenibilità e decarbonizzazione e trasformare i contesti urbani rendendoli più smart e più vivibili. – Francesco Petracchini, Direttore CNR – IIA.

ExpoMove 2022: gli organizzatori della kermesse

ExpoMove 2022 è organizzato da EXPOMOVE Srl, la società costituita da da Extra Srl, specializzata nella comunicazione strategica e nelle pubbliche relazioni con sede a Roma, e da Sicrea Srl, leader a Firenze nell’organizzazione di eventi espositivi. L’ente Firenze Fiera metterà a disposizione la prestigiosa Fortezza da Basso, capolavoro del Rinascimento, area espositiva e congressuale situata al centro di Firenze.

Patrocini e partner

Patrocini: Ministero della Transizione Ecologica, Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Ministero dello Sviluppo Economico, Rai per la Sostenibilità, ISPRA, ENEA, Camera di Commercio di Firenze, Regione Toscana, Unioncamere Toscana, Università degli Studi di Firenze, Città Metropolitana di Firenze, Comune di Firenze, Associazione per la logistica sostenibile, CiSPEL Toscana.

Premium Partner: Cobat, Emoby ed Estra.

Partner: Automobile Club Italia, Motus-E, AIMS, Legambiente, Osservatorio Nazionale Sharing Mobility, Kyoto Club, Cobat RAEE, Cobat RIPA, PA Social, Utilitalia, Symbola, Commonwealth Club of Rome, CNR-IIA, Asstra, Fondazione Italia Digitale, Autolinee Toscane, Festival dello Sviluppo Sostenibile 2022 ASVIS, Elettricità Futura e UNRAE.