Fare la spesa gennaio verdura finocchi broccoli cavolo

Fare la spesa a gennaio: frutta e verdura del mese

Fare la spesa a gennaio rappresenta letteralmente il primo vero assaggio del nuovo anno. Come accaduto anche a dicembre tutti o quasi gli alimenti acquistati avranno come funzione principale quella di aiutarci a contrastare febbre, raffreddore, influenza e gli altri malanni tipici dell’inverno. In particolare frutta e verdura del mese forniranno in molti casi un gustoso e valido aiuto per sostenere le difese immunitarie.

Gennaio è uno dei mesi più freddi dell’anno, oltre a essere quello durante il quale l’influenza tende a colpire in maniera particolarmente severa. Molto utile quindi scegliere con cura gli alimenti da consumare, senza però dimenticare che, anche nel periodo freddo, frutta e verdura non mancheranno di portare in tavola colori e sapori della tradizione.

Fare la spesa, la frutta di gennaio

Fare la spesa a gennaio si contraddistingue per alcuni graditi ritorni rispetto al mese precedente. A cominciare dalle arance, fonti molto interessanti di vitamina C. Non mancheranno, come a dicembre, anche le verdure crocifere e i kiwi.

Oltre alle già citate arance, già protagoniste della spesa di dicembre e fonti importanti di vitamina C, la frutta di gennaio conferma anche la presenza di mele, in particolare delle mele rosse, pere e diversi agrumi. Tra questi ultimi troviamo bergamotto, cedro, limoni, mandarini, mandaranci e pompelmi.

Kiwi

Kiwi

Ormai ampiamente coltivati anche in Italia, in particolare nel Lazio, i kiwi rappresentano un’ottima soluzione per fare il pieno di vitamina C. Questi frutti verdi contengono il doppio di componente vitaminico rispetto alle arance, a tutto vantaggio del sistema immunitario e dello stato di salute generale. Assumere una quantità sufficiente di questo vitamina favorisce inoltre la conversione del ferro non eme contenuto nelle verdure in nutriente utile per l’organismo.

Il kiwi ha un’azione fluidificante del sangue ed è considerato un alleato del sistema cardiovascolare. Porta in dote anche delle proprietà antiossidanti e si ritiene favorisca una gestione ottimale del colesterolo e della pressione sanguigna.

Fare la spesa, la verdura di gennaio

Anche per quanto riguarda la spesa di dicembre, le verdure del mese potranno contare soprattutto sulle crocifere, di cui fanno parte tra gli altri anche i broccoli, il cavolfiore e i cavoletti di Bruxelles.

Presenti anche le barbabietole, con il loro caratteristico colore rosso intenso. Torna come a novembre la zucca, così come gli spinaci e la valerianella. L’insalata viene soppiantata in questo finale dell’anno da finocchi, radicchio, indivia e sedano. Da non dimenticare la presenza dei carciofi, protagonisti delle tavole durante le festività natalizie e il cenone di Capodanno. Questo l’elenco di verdure e affini presenti nella spesa di dicembre:

  • Barbabietole;
  • Broccoli;
  • Carciofi;
  • Cardo;
  • Carote;
  • Cavolini di Bruxelles;
  • Cavolfiore;
  • Cavolo cappuccio;
  • Cavolo verza;
  • Cicoria;
  • Cicorino;
  • Crauti;
  • Finocchi;
  • Indivia;
  • Porro;
  • Radicchio;
  • Rafano;
  • Rapa;
  • Scorzobianca;
  • Scorzonera;
  • Sedano;
  • Songino o valerianella;
  • Spinaci;
  • Zucca;

Spinaci

Spinaci alimenti con magnesio

Tra la verdura della spesa di gennaio un posto speciale lo occupano gli spinaci. Questi prodotti si rivelano ottimi come contorno, ma anche come ingredienti nella preparazione del ripieno di paste e torte rustiche.

Oltre che buoni in cucina, gli spinaci offrono quantità interessanti di vitamine (A, C, acido folico o vitamina B9, e K), ma anche di sali minerali (il già citato magnesio, ma anche ferro e calcio). Contribuiscono a migliorare la salute delle ossa, del sistema cardiovascolare e dispongono di proprietà antinfiammatorie. Producono inoltre un’azione ipotensiva, a beneficio di coloro che sono soggetti a ipertensione.

Frutta e verdura di gennaio, proprietà e benefici

Come detto in avvio, a gennaio le proprietà e i benefici offerti dalla frutta e dalla verdura del mese hanno come elemento principale il sostegno e la stimolazione del sistema immunitario. Fare la spesa a gennaio rappresenterà quindi un ottimo modo per tenersi in forma e difendersi da malanni come l’influenza, il mal di gola e il raffreddore.

Molto utile si rivelerà anche la presenza di magnesio in diversi alimenti del mese, incluse noci e mandorle. Questo minerale aiuterà ad esempio a contrastare la stanchezza, oltre a rappresentare un toccasana anche per l’umore.

Fare la spesa a gennaio, regole anti-spreco

La spesa di gennaio è un ottimo modo per mettere subito in pratica alcuni consigli anti-spreco. Si tratta di indicazioni utili soprattutto in fase di scelta, perché già al momento dell’acquisto si può fare molto per il bene dell’ambiente e del proprio portafogli.

Da non dimenticare in primis la scelta di prodotti che verranno certamente consumati. Può sembrare scontato, ma non sempre la frutta e la verdura acquistata incontra pienamente i gusti della famiglia. Ciò non vuol dire che devono essere necessariamente consumati sempre gli stessi prodotti. Più semplicemente è consigliato riservare le quantità maggiori alla frutta e alla verdura il cui consumo sarà più veloce o comunque “garantito”.

Eventuali altri prodotti da testare andrebbero acquistati in quantità limitate, così da limitare lo spreco nel caso non incontrino il favore di grandi e piccoli. Altro punto chiave è quello di non eccedere solo per inseguire l’offerta del momento: un risparmio potenziale non necessariamente si tradurrà in un vantaggio finale, soprattutto se gli alimenti verranno consumati da pochi membri della famiglia.

Da non dimenticare infine la verifica della data di scadenza, nel caso dei prodotti pre-confezionati. Associare questa informazione ai ritmi soliti di consumo si rivelerà molto utile per capire quale sarà la quantità ideale da acquistare.