Fare la spesa luglio verdure

Fare la spesa a luglio: frutta e verdura del mese

Fare la spesa a luglio equivale ormai a un inno all’estate e ai colori accesi. Come normale aspettarsi la spesa di luglio rappresenta il modo con cui la Terra ci consente di far fronte ai tipici problemi estivi come le alte temperature e l’intensità dei raggi solari.

Meno sostanze per resistere alle malattie invernali o al freddo, ormai lontani ricordi, ma alimenti ricchi d’acqua, vitamine e soprattutto di sali minerali per opporsi al caldo estivo. Risorse importantissime, da sfruttare sia durante i pasti principali, inclusa la colazione, che in occasione degli spuntini mattutini o della merenda.

Fare la spesa, la frutta di luglio

La spesa di luglio eredita diversi frutti già assaggiati nel mese di giugno, a cominciare dalle albicocche. Limoni, nespole e pesche rappresentano alcuni altri gustosi prodotti di questa mensilità, che vede nel melone il suo frutto più atteso e apprezzato.

Le fragole di bosco arrivano a dare il cambio alle fragole apprezzate in primavera, alle quali daremo appuntamento al prossimo periodo di marzo/aprile. Disponibili anche ribes e lamponi, altri amatissimi frutti di bosco. A breve ci saluteranno anche le ciliegie, che tuttavia ci faranno compagnia ancora per buona parte di luglio. Ancora presto per l’anguria, malgrado si affacciano nella spesa del mese i primi esemplari (ancora limitatamente gustosi).

Melone

Melone

Passiamo ora a dare uno sguardo all’indiscusso re dell’estate, il melone. Un toccasana per l’idratazione del corpo e dotato di un gusto e di un profumo inconfondibili, questo frutto viene apprezzato anche per i benefici garantiti alle ossa.

Benefici legati alla presenza di calcio, che insieme a fosforo e potassio rappresentano il patrimonio in sali minerali del melone. Molto utili anche per combattere il caldo e la stanchezza. Vitamina B3 e vitamina C sono altri punti di forza di questo frutto estivo.

Vantaggi finiti? Assolutamente no. Il melone consente inoltre di mantenere più a lungo il senso di sazietà, a fronte di un apporto calorico decisamente contenuto. Ideale all’interno di una macedonia composta anche da albicocche e ciliegie, ma anche frullato come ingrediente speciale di una rinfrescante granita.

Fare la spesa, la verdura di luglio

Melanzane e zucchine rappresentano due dei punti di forza del mese per quanto riguarda la verdura. Senza dimenticare poi i peperoni, assoluti protagonisti delle cene estive come anche di varie gligliate e pranzi. Ulteriore vantaggio quello di poter utilizzare questi tre alimenti per dei gustosi pasti vegani.

Ben nutrito l’elenco degli elementi di stagione durante questo mese. Di seguito la lista della spesa di luglio, comprensiva di verdure, legumi e tanto altro:

  • Aglio;
  • Carote;
  • Ceci;
  • Cicorino;
  • Cime di rapa;
  • Cipolla;
  • Cipollotto;
  • Fave;
  • Finocchi;
  • Fiori di zucca;
  • Lattughe estive (lattuga romana, cappuccio, lollo e trocadero);
  • Lenticchie;
  • Melanzana;
  • Ortica;
  • Patate;
  • Ravanelli;
  • Rucola;
  • Sedano;
  • Spinaci;
  • Tarassaco;
  • Valerianella (o songino);
  • Zucchine.

Diversi elementi, tra gradite conferme e novità del mese, anche per quanto riguarda le piante aromatiche:

  • Alloro;
  • Basilico;
  • Capperi;
  • Dragoncello;
  • Erba cipollina;
  • Finocchio selvatico;
  • Maggiorana;
  • Melissa;
  • Menta;
  • Origano;
  • Peperoncino;
  • Prezzemolo;
  • Rosmarino;
  • Salvia;
  • Timo.

Peperoni

Peperoni

Eccoci arrivati ai peperoni, tra i prodotti più attesi della spesa di luglio. Ricchi di betacarotene e vitamina C, questi alimenti offrono anche abbondanti quantità di acqua, fibre e sali minerali. Ottimi preparati in diversi modi, inclusa la possibilità di grigliarli. Chi vuole prepararli in altro modo, ma vuole rimuovere la pelle dovrà semplicemente massaggiarli con un po’ d’olio d’oliva e passarli in forno per 30 minuti.

Frutta e verdura di luglio: proprietà e benefici

In generale la frutta e la verdura di luglio affaticano meno l’apparato digerente, evitando di disperdere ulteriori energie nella fase digestiva. Fondamentali gli apporti di sali minerali e vitamine, che permetteranno inoltre di proteggere la pelle dai raggi solari estivi.

Da non dimenticare poi i benefici generali del mangiare biologico e a km zero. Il primo aspetto eviterà di assumere pesticidi e sostanze potenzialmente nocive, mentre il secondo ridurrà l’impatto ambientale della nostra alimentazione.

Fare la spesa: regole anti-spreco

Da non dimenticare nemmeno in estate le regole anti-spreco relative a frutta e verdura. Sempre valido il consiglio di scegliere prodotti stagionali, che aiuterà a mangiare sano e a fare il pieno di alimenti più adatti alla conservazione in estate.

Anche scegliendo i prodotti giusti è bene ricordare alcuni passaggi chiave per non far deperire troppo in fretta la frutta e la verdura. Ad esempio occorre evitare di acquistare più alimenti di quelli che possono essere consumati, facendo attenzione ai propri ritmi di consumo.

Una cucina fresca e asciutta è un altro punto di forza, ma va ricordato che nessun alimento dura per sempre. Verificarne periodicamente lo stato di conservazione e consumare prima quelli più a rischio deperimento.

Infine un consiglio che può sembrare scontato, eppure viene disatteso più spesso di quanto si potrebbe pensare: acquistare solo prodotti che vengono effettivamente consumati. Alle volte può capitare di essere attratti da determinati prodotti, che sia per un’offerta commerciale o perché particolarmente maturi.

In questo caso però la variazione dai soliti schemi alimentari rischia di tradursi in uno spreco alimentare. Meglio inizia con poche unità e testare come queste vengono accolte in famiglia: se l’esito sarà positivo potranno essere inserite tra i frutti della prossima spesa.