Spesa novembre verdure

Fare la spesa a novembre: frutta e verdura del mese

Fare la spesa a novembre rappresenta un piacevole modo di avvicinarsi verso la fine dell’anno. Un periodo che porterà con sé il tipico freddo invernale, accompagnato però da esempi di frutta e verdura capaci di rendere questo mese gustoso e nutriente.

Novembre è ancora il mese del foliage e delle castagne, con un’alternanza di giornate soleggiate e alcune dal sapore tipicamente autunnale. La spesa del mese porterà quindi una miscela di prodotti naturali capaci di difenderci dal freddo, ma anche di fare il pieno di vitamine e nutrienti contro i malanni di stagione.

Fare la spesa, la frutta di novembre

La spesa di novembre rappresenta, un po’ come la lista di ottobre, quel momento di passaggio tra gli ultimi colpi di coda dell’estate e l’arrivo dei frutti invernali. Niente paura, questo non vuol dire che sulla tavola mancheranno alcune vecchie e gustose conoscenze.

Qualche esempio? Come non citare le arance, ricchi di vitamina C e davvero pratici da mangiare anche fuori casa. Spazio anche alla banane, alle mele, all’uva, alle pere, ai fichi d’India, ma anche a frutti meno “nostrani” come kiwi e ananas.

A ottobre abbiamo dato il benvenuto alla castagne, un’opzione interessante anche per il mese di novembre così come noci e altra frutta secca (mandorle e nocciole). La lista della frutta del mese contiene anche il melograno, i cachi e diversi tipi di agrumi: limoni, mandaranci, mandarini e clementine.

Arance

Arance

Impossibile non dedicare un po’ di attenzione alla arance, utilizzati sia come frutto che per la preparazione di spremute o anche di dolci. Contengono un’ottima quantità di vitamina C, seppure meno elevata di quella dei kiwi, ma comunque piuttosto interessante. Possono essere sbucciate senza l’uso del coltello e sono perfette come spuntino all’aperto. Da non dimenticare l’utilizzo sotto forma di marmellata (di arance amare o dolci).

Oltre alla vitamina C contengono la A e alcune del gruppo B, ma anche sali minerali come calcio, fosforo e potassio. Tra i benefici assicurati anche l’azione di supporto alla digestione e quella detox a vantaggio di fegato e reni.

Fare la spesa, la verdura di novembre

Sul fronte verdure la spesa di novembre porta con sé una sostanziale continuità con quella di ottobre. Diverse le riconferme dallo scorso mese, come le carote e vari tipi di insalata (trocadero, lollo, lattuga romana e cappuccina). Confermato il ritorno delle verdure crocifere (broccoli, cavoli di Bruxelles, cavolfiore ecc.), vere e proprie protagoniste del benessere a tavola novembrino.

Si consuma al contrario il temporaneo addio ad altri prodotti molto amati come peperoni, pomodori e zucchine. Questo l’elenco di verdure e affini presenti nella spesa di novembre:

  • Aglio;
  • Broccoli;
  • Carote;
  • Cavolini di Bruxelles;
  • Cavolfiore;
  • Cavolo cappuccio;
  • Cavolo verza;
  • Cime di rapa;
  • Cipolla;
  • Cipollotto;
  • Funghi;
  • Insalata (cappuccio, lattuga romana, lollo e trocadero);
  • Patate;
  • Radicchio;
  • Rucola;
  • Scalogno;
  • Sedano;
  • Songino o valerianella;
  • Spinaci;
  • Tarassaco;
  • Tartufi;
  • Zucca;

Piuttosto limitato il quadro per quanto riguarda le erbe e piante aromatiche, con soltanto allora, rosmarino e salvia nella spesa di novembre. Malgrado questo però è possibile trovare ancora degli altri esemplari, se coltivati all’interno e al riparo dei primi freddi. L’elenco finale diventa quindi:

  • Alloro;
  • Erba cipollina;
  • Maggiorana;
  • Menta;
  • Origano;
  • Prezzemolo;
  • Rosmarino;
  • Salvia;
  • Timo.

Verdure crocifere

Broccoli verdure crucifere

Grandi protagoniste di questo mese, le verdure crocifere contribuiscono con un ottimo carico di vitamine (B2, B3, C e K), ma anche sali minerali come calcio, fosforo, zinco e in misura minore iodio e potassio. Aiutano inoltre a stabilizzare i livelli glicemici del sangue e rappresentano un vero toccasana contro i malanni invernali come raffreddore, influenza e mal di gola.

Broccoli, cavoletti di Bruxelles, cavolo e gli altri esemplari inclusi tra le “crucifere” devono tale denominazione alla consueta disposizione dei fiori di tali piante, disposti ai quattro angoli come gli estremi di una croce.

Frutta e verdura di novembre, proprietà e benefici

Come ampiamente visto, le proprietà e i benefici principali della spesa di novembre vanno in direzione della protezione dai malanni autunnali e invernali. Un generale rafforzamento delle difese immunitarie è offerta da tutta la frutta e la verdura del mese, a cui si uniscono in alcuni casi interessanti quantità di magnesio. Quest’ultimo è molto utile sia per contrastare la stanchezza che per mantenere alto l’umore.

Fare la spesa a novembre, regole anti-spreco

Eccoci infine ai consigli per evitare gli sprechi quando si fa la spesa. Anche a novembre valgono i consigli consueti, perlopiù legati ad acquisti consapevoli e attenti. Un semplice gesto può consentirci di risparmiare soldi e rifiuti organici, ottimizzando così sia le nostre risorse economiche che lo spazio in dispensa.

La prima tra le regole antispreco per fare la spesa a novembre è la scelta di frutta e verdura gradite. Potrà sembrare scontato, ma l’acquisto di prodotti poco apprezzati è spesso fonte di spreco alimentare.

Nulla vieta di provare sapori nuovi, ma occorrerà cercare di limitare i quantitativi acquistati a quelli utili per “testare” l’alimento. Evitare inoltre di eccedere nelle quantità anche in caso di prodotti graditi, cercando di rispettare i propri ritmi di consumo.

Eventuali offerte promozionali possono essere utili per risparmiare soldi, ma solo se poi i prodotti verranno effettivamente consumati. Meglio perdere qualche sconto extra ed evitare di produrre spreco alimentare, l’ambiente e persino il portafoglio ci ringrazieranno.