Firenze smart city: nasce l’associazione The Florentine Family

L’unione fa la forza. Per questo a Firenze un gruppo di persone tra commercianti, rappresentanti di istituzioni e comitati di residenti, ma anche nomi del mondo del volontariato e della politica, si sono uniti per dare vita all’associazione The Florentine Family. Tutti insieme ma ognuno con le proprie competenze, per fare rete e contribuire così alla riqualificazione della città e renderla più vivibile al pari delle maggiori smart city d’Europa.

Tra le attività che sta portando avanti l’associazione fiorentina, c’è il dialogo aperto con l’Agenzia recupero risorse della Regione Toscana, partner del progetto europeo Empower. Ma di cosa si tratta? L’obbiettivo è di cooperare con alcune delle realtà europee già attive, come per esempio Rennes in Francia, Santander in Spagna e Magdeburgo in Germania; queste città stanno già ripensando ad un modello più sostenibile di turismo.

In particolare il progetto europeo Empower ha l’obbiettivo di ridurre le emissioni di CO2 mediante il monitoraggio dell’efficienza energetica negli edifici. Venerdì scorso The Florentine Family, in occasione della conferenza finale di Empower, ha proposto un modello di città inedito.

Tra gli obbiettivi prioritari da raggiungere dell’associazione c’è il miglioramento della gestione degli edifici pubblici per ottenere almeno il 10% di risparmio energetico. L’evento, che è stato trasmesso in streaming, era rivolto agli amministratori locali, ai team di progetto sulle Smart city; alle imprese che lavorano nel settore dell’energia e a coloro che sono interessati ad investire in questo settore.