Firmato un nuovo protocollo tra l’Ente Parco e l’Associazione Uniti per la Cervelletta a salvaguardia del patrimonio naturale

Salvaguardia, fruizione e gestione delle aree urbane, accoglienza e accessibilità sempre più ampie e diffuse sono alcuni degli obiettivi dell’accordo di durata triennale e immediatamente operativo, siglato tra RomaNatura e l’Associazione Uniti per la Cervelletta.

“Promuovere il territorio come patrimonio identitario unico, è l’obiettivo chiave del protocollo– dichiara Maurizio Gubbiotti, Presidente di RomaNatura- ed è uno strumento utile a rafforzare le azioni già intraprese dall’Ente per garantire gli aspetti di tutela del paesaggio e la diffusione delle buone pratiche per la sostenibilità ambientale, proprio in questo luogo simbolo dell’intreccio virtuoso tra paesaggio, storia, arte e cultura. L’associazionismo – conclude Gubbiotti – ha da sempre un ruolo rilevante nei progetti di salvaguardia del nostro patrimonio naturale, e il coordinamento Uniti per la Cervelletta rappresenta un impegno della cittadinanza attiva fondamentale per rafforzare la “filiera” di tutela, recupero e valorizzazione del territorio e della coesione sociale.”

“Siamo particolarmente soddisfatti di questa intesa- dichiara Irene Ortis, Presidente di Uniti per la Cervelletta – che permetterà alle associazioni e ai cittadini di Colli Aniene e di Tor Sapienza di avviare un motore creativo di sviluppo della realtà locale offrendo servizi di qualità per tutti i possibili fruitori e lungo tre direttrici: promozione sociale, culturale e ambientale; innovazione e sviluppo; incontro formativo per studenti e scuole del territorio. Una sfida impegnativa che affronteremo con la tenacia e la determinazione che ha caratterizzato le iniziative condotte in questi anni con il sostegno di tanti abitanti dei Municipi e di Roma. Un grazie – conclude Ortis – a RomaNatura che con questo protocollo ripone in noi la fiducia per il futuro della Cervelletta e della Riserva Naturale della Valle dell’Aniene.”

Il Protocollo s’inserisce in un’azione già avviata negli ultimi anni, che ha visto la realizzazione di diverse importanti interventi come le “Arene nei Parchi, straordinario vettore comunicativo e di promozione territoriale a testimonianza che i parchi sono patrimoni di biodiversità ma anche luoghi di opportunità e conoscenza per le future generazioni.