Fortezza da Basso: prosegue la riqualificazione del centro polifunzionale

Dopo cinque anni dall’avvio del progetto di riqualificazione della Fortezza da Basso a Firenze, proseguono i lavori che si articolano su più fronti. L’obbiettivo è rendere questo gioiello di architettura e arte il polo fieristico-congressuale più importante del centro Italia dopo Roma. I lavori proseguono dunque con il restauro dei bastioni, la progettazione dei nuovi padiglioni Bellavista e Cavaniglia e la riqualificazione funzionale del Machiavelli.

I lavori di riqualificazioni della Fortezza da Basso sono iniziati nel 2019 e si prevede che termineranno entro il 2025. Il sindaco Dario Nardella ha detto:

“La Fortezza da Basso è un centro polifunzionale che serve a ospitare grandi eventi, congressi e fiere della nostra città e di tutta la Regione. È l’unico polo fieristico-congressuale italiano che si trova vicino alla stazione dell’Alta velocità e questo ci rende molto competitivi sui grandi eventi, sui congressi e sulle fiere, attività che portano posti di lavoro e sviluppo economico per il nostro territorio”.

La location dunque una volta completata l’interna riqualificazione, sarà di fatto un’infrastruttura fieristica e congressuale motore di crescita per l’economia fiorentina e regionale. Per questo motivo la Camera di Commercio ha deciso di stanziare 48 milioni di euro nella Fortezza; una somma importante destinata alla valorizzazione dell’immobile e all’adeguamento delle attrezzature. Il progetto inoltre si inserisce in un piano più ampio di riqualificazione urbana, nel quale rientrano la nuova stazione dell’Alta velocità e l’adeguamento dell’aeroporto.