Giornata nazionale di Prevenzione dello spreco alimentare: gli eventi ufficiali

Giornata nazionale di Prevenzione dello spreco alimentare: gli eventi ufficiali

One Health, one Earth. Stop food waste“, è questo il titolo della nona Giornata nazionale di Prevenzione dello spreco alimentare, in calendario il prossimo 5 febbraio. Gli eventi ufficiali sono promossi dalla campagna Spreco Zero di Last Minute Market con il patrocinio del ministero della Transizione Ecologica e di Rai per il sociale, e andranno in scena a Roma venerdì 4 febbraio: ci sarà modo di puntare l’attenzione sulla prevenzione e diminuzione degli sprechi come focus a presidio della salute dell’uomo e dell’ambiente.

In quella data è prevista la presentazione del nuovo report dell’Osservatorio Waste Watcher International con i dati del ‘Caso Italia’ 2022, uno studio promosso dalla campagna Spreco Zero in collaborazione con l’Università di Bologna e Ipsos.

“Studiare l’evoluzione dei comportamenti dei cittadini in rapporto agli sprechi – ha dichiarato lo studioso e saggista Andrea Segrè – permette di tracciare un monitoraggio sugli stili di vita e di alimentazione, evidenziando le implicazioni in tema di salute dei cittadini e dell’ambiente, insieme agli effetti della pandemia sui comportamenti di consumo e sugli sprechi. L’analisi dei dati è quindi essenziale in chiave di sensibilizzazione per lo sviluppo sostenibile e la prevenzione degli sprechi”.

Dal 2014 ad oggi la Giornata nazionale di Prevenzione dello spreco alimentare è stata messa nella Campagna Spreco Zero con lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica italiana su una questione centrale del nostro tempo.

Come combattere gli sprechi

Un terzo del cibo prodotto nel mondo viene sprecato: questo significa che ogni anno circa 2.5 miliardi di tonnellate di alimenti vengono gettate via con pessime conseguenze economiche e ambientali. Perciò combattere gli sprechi alimentari è importantissimo.

Tra i consigli di Too Good To Go troviamo quello di dosare le quantità della spesa rispetto a quante persone ci sono a tavola. Poi ovviamente in caso di avanzi si possono sempre fare delle ricette alternative nei giorni successivi.