Giorni della Merla inverno ramo

Giorni della Merla, quali sono e cosa dicono sul clima

Si avvicina la fine di gennaio e con essa anche i temuti Giorni della Merla. Si tratta di un gruppetto di giornate legate a una curiosa leggenda popolare, ma soprattutto associate a una particolare condizione meteo tipica del clima invernale.

La stagione più fredda dell’anno è ormai entrata nel vivo, tra allerte meteo e rapidi crolli della temperatura causati dall’arrivo del vortice ciclonico Attila. Una sciabolata di gelo dall’Artico che ben si sposa con quanto andremo a raccontare.

Giorni della Merla, quali sono

Partiamo dalle basi e andiamo subito a scoprire quali sono i Giorni della Merla. Il periodo associato a questa definizione è quello che va dal 29 al 31 gennaio, comprendendo quindi le ultime 72 ore del mese.

Vengono ritenuti solitamente i tre giorni più freddi dell’anno, malgrado tale corrispondenza venga messa sempre più a repentaglio dei mutamenti nel clima.

La leggenda popolare

Il perché tali giorni vengano soprannominati i “Giorni della Merla” è affidato ad alcune leggende popolari. Una in particolare farebbe riferimento alla presunta punizione che il mese di gennaio avrebbe riservato ad alcuni merli impertinenti.

Trascorso il 28 gennaio e certi di avere ormai i giorni più freddi alle spalle, i merli si sarebbero fatti beffa del primo mese dell’anno. Gennaio però realizzò prontamente la sua vendetta “rubando” tre giorni freddi al mese di febbraio, punendo gli uccelli impertinenti con una nuova ondata di gelo.

Per i tre giorni seguenti i candidi merli furono costretti a rifugiarsi nel comignolo di un camino, sporcando irrimediabilmente di nero il loro piumaggio. Un evento che servì come monito ai merli e insegnò loro a mostrare più rispetto per il primo mese dell’anno.

Giorni della Merla, il meteo

I giorni della Merla dovrebbero essere all’insegna dell’instabilità, ma soprattutto del grande freddo. Pur non essendo ancora possibile prevedere con esattezza il meteo dal 29 al 31 gennaio, le indicazioni sembrano convergere verso il crollo delle temperature in grosso modo tutta l’Italia.

Il rischio però è che le correnti provenienti dall’Artico e il perdurare di Attila all’altezza dell’Italia possano esporre diverse Regioni anche a copiose nevicate a bassa quota. Secondo un vecchio adagio popolare, i Giorni della Merla sarebbero in qualche modo in grado di “prevedere” l’andamento della primavera.

Se confermeranno la loro fama di giorni particolarmente freddi, il clima sarà amico e la stagione primaverile non si farà troppo attendere. Al contrario se dovessero risalire le temperature allora tradizione vuole che la primavera tarderà ad arrivare.