Gli appuntamenti romani di Urban Experience iniziano con un libro “Grande come una città”

A Roma, da SCUP (Via della Stazione Tuscolana 82-84b) nell’ambito di “Riflessione su Roma in 3 atti” venerdì 7 febbraio alle ore 18,30 presentazione del libro GRANDE COME UNA CITTÀ, Aa. Vv. (Edizioni Alegre) a cura di Christian Raimo. Prefazione di Alessandro Portelli. Intervengono: Christian Raimo (scrittore, giornalista e assessore alla cultura del Municipio III), Luca Blasi (attivista del Csa Astra), Carlo Infante (Urban Experience), Rossella Marchini (architetto) e le attiviste e gli attivisti di Grande come una città. Modera: Marco Petruccioli.

Cos’è stata, cos’è, cosa può essere Grande come una città? Un progetto di rigenerazione culturale di un territorio periferico, un metodo di organizzazione dell’associazionismo dal basso, il tentativo di fare pedagogia pubblica in spazi informali? Queste le domande che i suoi stessi attivisti si pongono con contenuti e forme diverse, dalla testimonianza personale al saggio. Ognuno parte da sé, dai propri desideri, passioni e competenze, creando un insieme che non comprime ma valorizza le singolarità. Viene fuori la voglia di non limitare la parola politica a un sinonimo di governance, di ricostruire nei territori un senso di comunità e di far tornare la città un luogo di incontro, partecipazione e conflitto.

A Roma, dalla Facoltà di Architettura (Piazza Borghese, 9) dell’Università di Roma-Sapienza, venerdì 13 marzo 2020 parte il walkabout-esplorazione partecipata radionomade per il Master GESTIONE DEL PROGETTO COMPLESSO DI ARCHITETTURA promosso dal Dipartimento di Architettura e Progetto-Facoltà Facoltà di Architettura. Il walkabout partirà dopo una lezione su Esplorazioni partecipate per attraversare le complessità urbane, tra distopie e resilienza. Questo che segue è il concept. Urban Experience è un ambito di progettazione culturale per giocare le città attraverso azioni di performing media: una condizione abilitante perché la creatività sociale delle reti possa reinventare spazio pubblico tra web e territorio. Azioni che Urban Experience fa con “i piedi per terra e la testa nel cloud” attraverso i walkabout: conversazioni radio-nomadi concepite come brainstorming ed esplorazioni partecipate per “scrivere storie nelle geografie”.