GLI OLI ESAUSTI SMALTITI ILLEGALMENTE PROVOCANO GRAVI DANNI AMBIENTALI

“Condanniamo con forza quanto accaduto pochi giorni fa, quando alcuni commercianti insieme a quattro dipendenti dell’Ama hanno illegalmente sversato in un tombino un grande quantitativo di olio esausto” – dichiara Tommaso Campanile, presidente del CONOE, Consorzio Nazionale di Raccolta e Trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti.
“Siamo accanto alle forze dell’ordine, alle istituzioni cittadine e nazionali e all’azienda municipalizzata, per collaborare affinché episodi come questo non si ripetano”, continua
Campanile.
Proprio il Conoe, istituito per legge per garantire il corretto smaltimento di questo rifiuto così pericoloso per l’ambiente, oggi opera su tutto il territorio nazionale con una rete di aziende di raccolta e rigenerazione togliendo dall’ambiente oltre 75mila tonnellate di rifiuto l’anno. Bisogna considerare, infatti, che bastano 5 litri di olio vegetale esausto, versato nelle condutture fognarie, ad inquinare una superficie pari a un campo di calcio.
Inoltre lo scorretto smaltimento degli oli vegetali comporta ingenti costi per la collettività. Infatti, oltre ad inquinare le falde acquifere, gli oli e i grassi intasano le tubature fino ad arrivare ai depuratori, creando enormi accumuli di grasso che solidificandosi compromettono il corretto funzionamento degli impianti. Un conto salato soprattutto per i cittadini, che il Conoe stima in oltre 600.000 euro/anno per il ripristino degli impianti in una città delle dimensioni di Roma.
“Siamo impegnati in un ambizioso progetto per la città di Roma insieme con AMA, con cui stiamo da tempo dialogando, per attuare un programma di sensibilizzazione capillare presso tutti i cittadini affinché la prassi per una corretta raccolta degli oli vegetali usati entri a far parte delle pratiche consuete di gestione dei rifiuti delle famiglie” – prosegue Campanile.
Un piano davvero imponente se esportato in ambito nazionale, ma evidentemente necessario, per cui il Consorzio ha richiesto l’intervento del Ministero dell’Ambiente e che può tradursi in realtà
quando, verrà sottoscritto un accordo con l’ANCI, l’Associazione dei Comuni Italiani.

IL CONOE
Il Consorzio Nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali, esausti” (di seguito, CONOE) fu istituito con l’art. 47 D.lgs. 22/97 ed attualmente è disciplinato dall’art. 233 D.lgs. 152/06 e retto dallo statuto determinato con DM 5 aprile 2004 e DM 22 giugno 2016.
Partecipano a CONOE 18 Confederazioni, Associazioni Nazionali di Settore, Organizzazioni di Utility’s, che rappresentano oltre 300.000 produttori di oli e grassi esausti del Settore Industriale – Artigianale e Commerciale; 450 Aziende di Raccolta; 60 Aziende di Recupero e Riciclo. Nel 2018 il CONOE ha raccolto 75 mila tonnellate di oli vegetali esausti, principalmente derivanti da attività professionali. Il 90% degli oli raccolti nel 2018 è stato avviato al recupero nella filiera della produzione di biodiesel. La produzione di oli vegetali esausti nei settori professionali (industria, ristorazione e artigianato) è di 94 mila tonnellate, il 36% del totale, mentre la parte rimanente, 64% del totale pari a 166 mila tonnellate, deriva da attività domestiche. Il CONOE, al pari di altri consorzi nazionali di gestione di rifiuti, si caratterizza per non aver scopo di lucro e per non svolgere attività commerciali; inoltre l’importante presenza di stakeholder del mondo imprenditoriale consente la massima compensazione dei conflitti di interesse.

Altre news dai Punti Sostenibili (Archivio)

ITALIAN CLIMATE NETWORK promuove la campagna #SiamoTuttiGretini

Lunedì 23 settembre Greta Thunberg sarà a New York per il Climate Summit. Dall’agosto 2018,

Redazione 19-09-2019

Festa nazionale della Decrescita Felice a Roma 21 e 22 settembre

Torna la Festa nazionale della Decrescita Felice in programma per il 21 e 22 settembre

Redazione 19-09-2019

La battaglia contro il marine litter inizia tra i banchi di scuola

Parte il nuovo anno scolastico, gli studenti tornano in aula ma con la testa, c’è

Redazione 19-09-2019

Puliamo il mondo, non solo rifiuti, 38 associazioni contro i pregiudizi

Legambiente dedica, anche quest’anno, una parte delle iniziative di Puliamo il Mondo all’abbattimento dei pregiudizi

Redazione 18-09-2019

UNICEF Italia: il 28 e 29 settembre la Festa dei nonni e dei bambini con 400 appuntamenti

L’UNICEF Italia torna per celebrare la “Festa dei nonni e dei bambini” (2 ottobre) con

Redazione 18-09-2019

ISPRA: IN UN ANNO CONSUMATI 24 MQ DI SUOLO CITTADINO PER OGNI ETTARO DI VERDE

Si passeggerà a piedi nudi nel cemento e sempre di meno nelle aree verdi cittadine:

Redazione 18-09-2019

Roma senza auto: quante emissioni di Co2 in meno?

Chi ha percorso la via Tiburtina all’ora di punta sicuramente può confermare: Roma è la

Redazione 17-09-2019

Giretto d’Italia, il 19 settembre in 25 città il campionato di ciclabilità urbana organizzato da Legambiente

A settembre si rinnova nei centri urbani la sfida a pedali del Giretto d’Italia, il

Redazione 17-09-2019